Guida in stato di ebbrezza: fermato e denunciato un operaio di 39 anni

Lunedì 11 Maggio 2020
I controlli dei carabinieri

ANCONA - Prosegue l’azione dei militari del Comando Compagnia Carabinieri di Ancona quotidianamente impegnati in una sistematica e capillare attività di controllo del territorio tesa a garantire alla collettività dorica sicurezza e rispetto della legalità. I controlli sono stati effettuati sia nei luoghi ove si registra lo spaccio di sostanze stupefacenti che sulle strade del capoluogo per garantire anche una circolazione sicura.

LEGGI ANCHE:

Fermo, il viaggio all'inferno di Ugo lungo 57 giorni: «Che sollievo i due tamponi negativi»

La mirata attività preventiva dei Carabinieri della Compagnia di  Ancona  è stata attuata con un massiccio numero di  “gazzelle” del pronto intervento “112” del Nucleo Operativo e Radiomobile, ed ha consentito di deferire alla Procura della Repubblica del capoluogo un operaio 39 enne di Genova  per “guida in stato di ebrezza” alcolica.

Questa notte, pochi minuti prima di mezzanotte, in via Flaminia, i militari della Sezione Radiomobile del Norm hanno sorpreso alla guida di un’autovettura l’operaio 39 enne in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di bevande alcoliche,  con un tasso alcolemico pari a 1,28 g/l.

Per tale ragione l’autovettura di proprietà del trasgressore genovese è stata affidata allo stesso mediante trasporto con carro attrezzo mentre la patente di guida è stata ritirata per il conseguente periodo di sospensione che sarà disposto dalla Prefettura di Ancona.

Nell’ambito della medesima attività di controllo straordinario del territorio numerose sono state elevate diverse contravvenzioni, ai sensi del codice della strada, nei confronti di automobilisti indisciplinati.  In particolare sono stati sequestrati ulteriori cinque veicoli senza l’assicurazione obbligatoria che si inseriscono nell’alveo dell’operazione dei carabinieri di Ancona denominata “strade pulite” che, dall’inizio dell’anno, ha consentito di sequestrare 145 veicoli e comminare  sanzioni amministrative per un totale di circa 125.000 euro. 

Tale attività  di monitoraggio delle aree di degrado del capoluogo dorico viene svolta quotidianamente dai Carabinieri della Sezione Radiomobile del Norm sia per contrastare il fenomeno ambientale dell’abbandono dei veicoli non più marcianti sia per mostrare ai cittadini del capoluogo dorico una presenza visibile dello Stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA