Bye bye gradinata, le ruspe la demoliscono: al suo posto campi da tennis e paddle. Così il Dorico rinasce

La ruspa in azione al Dorico: abbattuta la gradinata
La ruspa in azione al Dorico: abbattuta la gradinata
2 Minuti di Lettura
Martedì 8 Marzo 2022, 08:10

ANCONA - Addio cara e vecchia gradinata: è cominciata ieri al Dorico la demolizione dello storico settore del tifo moderato biancorosso, nell’ambito del maxi restyling dello stadio cittadino. Le ruspe attivate dall’ascolana Ubaldi Costruzioni Spa, che si è aggiudicata l’appalto da 550.307 euro più Iva, al netto del ribasso d’asta del 22,78%, stanno provvedendo ad abbattere i gradoni del settore scoperto: ne lasceranno solo una piccola porzione collegata alla curva Nord.

Al posto della gradinata, sorgeranno due campi da tennis e uno da paddle, in un continuum con l’area del tennis già presente all’ingresso, per la cui gestione è stato emesso un avviso di manifestazioni d’interesse in scadenza al 17 marzo. La demolizione e la costruzione delle opere di contenimento dovranno essere completate entro giugno. Nel frattempo, proseguono i lavori per la costruzione della nuova tribuna coperta da 868 posti per conto di un raggruppamento di imprese che ha vinto l’appalto: si è resa però necessaria una variante da 114mila euro perché, durante gli scavi, si sono rese necessarie «lavorazioni non previste ed imprevedibili a livello progettuale»: il Comune ha concesso una proroga di 45 giorni, dunque il completamento della costruzione della tribuna slitterà al prossimo agosto, salvo ulteriori contrattempi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA