Il Piano perde il suo "carabiniere", addio a Giuliano Mazzoni: era la sentinella del quartiere

Giovedì 20 Gennaio 2022 di Teodora Stefanelli
Giuliano Mazzoni era la sentinella del Piano

ANCONA - Il Piano perde un pezzo di cuore: il “carabiniere”. Giuliano Mazzoni, mascotte del quartiere, conosciuto da molti per il suo buonumore, si è spento l’altra notte all’età di 63 anni. Era amato da residenti e commercianti che lo ricordano con affetto quando entrava nei negozi con il cappello da carabiniere per fare le fatidiche “multe”. I suoi scherzi, mai invadenti, strappavano sempre un sorriso rompendo la quotidianità. 

 

 
Questo accadeva fino a sei anni fa quando, purtroppo, Giuliano è stato ricoverato in una rsa. Era affetto da sindrome di down e le sue condizioni di salute man mano sono andate peggiorando. «Lo conoscevano tutti - dice la sua affezionata cugina Carla - comprese le forze dell’ordine che lo amavano per quel sorriso sempre stampato in faccia». Lascia una famiglia che gli ha voluto molto bene, che gli è stata accanto in ogni momento «in particolare - prosegue la cugina - io, mia sorella Lucia e la sua mamma Luigia (ultra novantenne) che, nonostante l’età, non l’ha mai abbandonato». 
Continua Carla «Sessant’anni fa i bambini con degli handicap venivano quasi nascosti, ma per lui non è mai stato così. Ha avuto sempre una vita normale, fatta di amici, impegni, famiglia e lavoro». Da qualche anno era in pensione. «Giuliano amava i compleanni e non vedeva l’ora che arrivasse il suo. Ogni anno organizzavamo qualcosa di speciale». Su Facebook in molti piangono la sua morte: «Ciao Giuliano ti ricordo con molto affetto, quando ero di Volante ci fermavi sempre e ci mostravi il tuo fantomatico tesserino». Un altro: «Quelli della tipografia del Piano ti ricordano con tanto affetto». «Non potevi che sorridere quando lo incontravi». I funerali si terranno oggi pomeriggio alle ore 14,30 nella chiesa parrocchiale della Sacra Famiglia dei Salesiani. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA