Furto con l’abbraccio beffa al Passetto
Finta turista sexy sfila il Rolex e scappa

Furto con l’abbraccio beffa
al Passetto: finta turista sexy
sfila il Rolex e scappa
ANCONA - Si è seduta vicino alla vittima con fare ammaliante. In un primo momento si sarebbe finta una turista alla ricerca di informazioni generiche sulla città, sulle farmacie aperte e sulle vie. Poi, ha allungato la mano e con destrezza ha sfilato il Rolex dal polso dell’uomo adescato come obiettivo, un anconetano di 68 anni. L’orologio è sparito in un attimo, senza che la vittima si potesse accorgere di nulla. L’allarme è stato lanciato quando la ladra era lontana dall’uomo derubato. L’ultimo colpo della batteria di sexy ladre che alla vigilia della stagione calda si affacciano in città è andato in scena ieri mattina alla pineta del Passetto. 

 

La vittima avrebbe identificato la ladra in una giovane donne di origine sudamericana. Un primo intervento è stato eseguito dalle Volanti della questura, poi nelle indagini è entrata anche la Squadra Mobile. L’uomo, che ieri pomeriggio non aveva ancora sporto denuncia, non ha riportato alcuna ferita o contusione, non è stato necessario l’intervento del 118. Quello della malfattrice è stato un lavoro di fino, ben studiato e congeniato. Proprio come quello messo in scena dalle scippatrici che fino a un anno fa erano impegnate a mietere vittime su vittime lungo il Viale della Vittoria. Erano stati soprattutto anziani soli a finire nel mirino dello ladre che, ogni volta, se ne tornavano a casa con un bottino di valore medio sui diecimila euro.

Più o meno la stessa cifra dell’orologio portato via ieri mattina al 68enne. Il raggiro è andato in scena poco prima delle 11. Stando a quanto emerso, l’uomo si era seduto su una di quelle panchine che si trovano sotto gli alberi della pineta del Passetto. Era solo. All’improvviso gli si è seduto accanto una donna straniera. Giovane, avvenente e, probabilmente, di origine sudamericana. 

Un saluto, qualche battuta e la richiesta di informazioni per scoprire la città: le vie, le farmacie, i luoghi d’attrazione. Mentre l’uomo rispondeva alle curiosità della ladra, lei ne ha approfittato per allungare la mano e sfilare con nonchalance il Rolex che il 68enne teneva al polso. Dopo il furto, il saluto finale e la fuga della donna. L’uomo si è accorto che l’orologio non era più al suo posto quando ormai la ladra si era allontanata dalla pineta. Avrebbe preso la direzione del Salesi e via Panoramica. 
Quando le Volanti hanno risposto alla chiamata della vittima, lui ha raccontato quanto gli era successo poco prima. E immediatamente, la polizia si è messa alla ricerca della ladra per tutto il quartiere. Lo stesso anno una scena simile, sfociata però in rapina, era accaduta al terminal dei bus del viale della Vittoria. Ad agire erano state due ladre che si erano finte turiste smarrite con tanto di cartina di Ancona. Era stato un 75enne a fare le spese delle due scippatrici. L’uomo aveva anche richiesto l’intervento del 118 a causa di alcune contusioni riportate al polso da cui era stato strappato un Rolex Daytona del valore di 10 mila euro. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 18 Maggio 2018, 05:15 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2018 05:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO