Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Frana la falesia: salvate 32 persone nella spiaggia vietata. E cadono sassi anche durante i soccorsi

Frana la falesia: salvate 32 persone nella spiaggia vietata. E cadono sassi anche durante i soccorsi
1 Minuto di Lettura
Venerdì 20 Agosto 2021, 17:19 - Ultimo aggiornamento: 17:42

ANCONA - I cartelli ci sono "pericolo di frana", ben visibili, ma sono bellamente ignorati malgrado i frequenti smottamenti. I turisti che vogliono raggiungere le calette del Conero se ne infischiano dei divieti, ma alcuni di loro oggi si sono presi un bello spavento, quando, intorno a mezzogiorno, la falesia ha ceduto e sono cominciati a "piovere" massi e polvere sulle spiagge tra il Trave e Mezzavalle. Due mezzi della Capitaneria di porto sono intervenuti per soccorrere e trasbordare in zona sicura 32 bagnanti che avevao raggiunto le spiagge proibite. Nessuno si è fatto male, ma è stata una fortunata casualità, sul posto sono intervenuti anche i sanitari della Croce verde. La Capitaneria è anche corsa in aiuto dell'equipaggio di un iambrcazione che aveva scuffiato, già comunque soccorso da un altro natante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA