Ancona, le fototrappole incastrano i pendolari dei rifiuti: multati 71 furbetti

Venerdì 14 Febbraio 2020
Ancona, le fototrappole incastrano i pendolari dei rifiuti: multati 71 furbetti

ANCONA - Niente sconti per chi porta rifiuti ad Ancona da un altro Comune. La guerra ai furbetti del cassonetto era stata dichiarata a fine 2019, quando erano state apportate alcune modifiche al Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani, consistenti, tra le altre cose, nel divieto di conferire nella raccolta del Comune di Ancona, rifiuti provenienti dal territorio di altri Comuni. Una guerra che non è rimasta sulla carta, visto che sono già state elevate 71 multe. In realtà il fenomeno era monitorato da tempo dalla polizia municipale.

LEGGI ANCHE:
A 59 anni ruba 98mila euro di corrente elettrica per illuminare una piantagione di marijuana

Capannone centrale dello spaccio: 45enne arrestato con 8,5 chili di hashish e marijuana

Ad Anconambiente erano infatti arrivate numerose segnalazioni di cittadini che lamentavano lo scarico di una considerevole quantità di rifiuti indifferenziati nei contenitori dislocati lungo tutta la cerchia perimetrale del Comune, in particolare nelle frazioni, da parte di persone provenienti da fuori. Poi da dicembre si è deciso di partire con le sanzioni. Il metodo usato è quello della fototrappola, un sistema che immortala la targa dell’auto da cui si scaricano i rifiuti. Se questa è intestata a qualcuno che risiede fuori Ancona scatta la multa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA