Fermato al porto mentre parte per il Medio Oriente: ha in valigia un lingotto d'oro da due chili

Martedì 6 Luglio 2021
Fermato al porto mentre parte per il Medio Oriente: ha in valigia un lingotto d'oro da due chili

ANCONA - Vuole imbarcarsi con destinazione finale il Medio Oriente, ma lo pizzicano al porto con un lingotto d'oro di quasi due chili nel bagaglio. È successo al porto di Ancona dove un cittadino svizzero è incappato nei controlli dei funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei militari della Guardia di Finanza  La placca, dal peso di circa due kg, per un valore stimato di mercato di oltre 86.000 euro, era stata nascosta all'interno di un bagaglio
del passeggero, ed era trasportata senza la necessaria dichiarazione all'Uif (Unità di informazione finanziaria per l'Italia). Il passeggero è stato multato per la violazione all'obbligo di dichiarazione con una sanzione di più di 8.000 euro e l'oro è stato sequestrato, a garanzia del pagamento della ammenda. L'analisi del metallo prezioso condotta successivamente con apposita strumentazione tecnica da un perito orafo, ha confermato l'elevato grado di purezza.



 

Ultimo aggiornamento: 7 Luglio, 10:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA