«Aiutatemi, mio figlio è sparito», paura al Piano. Trovato dopo 40 minuti nella zona del mercato

Sabato 21 Maggio 2022 di Teodora Stefanelli
«Aiutatemi, mio figlio è sparito», paura al Piano. Trovato dopo 40 minuti nella zona del mercato

ANCONA  - Lo hanno trovato che piangeva in un negozio vicino al mercato di piazza d’Armi: così un bimbo di 3 anni che si era perso è stato recuperato ieri mattina dagli agenti della Polizia locale dopo 40 minuti di ricerche. Il piccolo, originario del Bangladesh, si era smarrito all’interno del mercato rionale del Piano e aveva iniziato a vagare, forse bramando il volto rassicurante della mamma.

 

Quest’ultima, terrorizzata, nel frattempo lo cercava in lungo e in largo chiedendo a tutti i passanti se avessero per caso visto il bambino. Insieme a lei c’era il marito con l’altro figlio. Una corsa disperata in cerca del piccino che sembrava essersi dissolto nel nulla. Attimi di ansia interminabili. Provvidenziale la presenza delle pattuglie della Polizia locale al mercato. Gli agenti, infatti, stavano prestando servizio per il controllo commerciale dei banchi dei venditori ambulanti quando mamma e papà si sono fiondati da loro e hanno chiesto disperatamente aiuto. «Correte, non troviamo più nostro figlio». Così è iniziata la ricerca. Gli agenti si sono immediatamente attivati chiamando la municipale e gli altri colleghi di pattuglia nelle zone limitrofe. Così sono iniziate le ricerche, sempre nella zona del mercato. Non c’era un secondo da perdere. Intanto in piazza si spargeva la voce del piccolo disperso.

«Una collega ad un certo punto, dopo quaranta minuti, è stata contattata da un commerciante della zona - spiega la comandante della Polizia locale, Liliana Rovaldi - che ci ha segnalato la presenza del bambino all’interno del suo negozio». Così gli agenti si sono diretti verso il negozio dove effettivamente si trovava il bimbo. «Era disorientato - prosegue la comandante - piangeva e cercava la mamma naturalmente. Inoltre a tre anni si è ancora troppo piccoli per esprimersi. Insomma, alla fine è stato preso in braccio, tranquillizzato e portato dai genitori. È stato un momento commovente, vederlo sorridere è stata la cosa più importante per i miei colleghi».

La famiglia, ben integrata e da anni residente ad Ancona, ha ringraziato infinitamente gli agenti che li hanno aiutati a trovare il piccolo che per fortuna, oltre al grande spavento, non ha riportato altri traumi. Dunque quella di ieri è stata una disavventura terminata con un lieto fine: «Il bambino non ha attraversato la strada. È rimasto sempre nei paraggi». Probabilmente si è messo a girare per la piazza in cerca della mamma. Gli agenti della polizia locale hanno quindi controllato i documenti della famiglia protagonista di questa vicenda e hanno poi riaffidato il piccino alle cure della madre che lo ha stretto a sé. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA