Festa senza autorizzazione, chiuso per 15 giorni il Pippo Bar

Venerdì 8 Novembre 2019
Festa senza autorizzazione, chiuso per 15 giorni il Pippo Bar

ANCONA - Il Questore di Ancona, Claudio Cracovia, ha firmato questa mattina un provvedimento di chiusura per 15 giorni, nei confronti di un esercizio pubblico sito nel quartiere Monte D’Ago che era stato controllato e monitorato negli ultimi mesi dalla Polizia di Stato.

Bar con spaccio di droga e pieno di ubriachi: chiusura per 30 giorni

Ritrovo di pregiudicati, prostitute, drogati e ubriachi: chiuso un altro locale

La chiusura temporanea del locale è stata disposta ai sensi dell'articolo 100 del T. U.L.P.S., a tutela della sicurezza pubblica viste le reiterate violazioni amministrative constatate nell’ultimo periodo.

Infatti, il titolare del locale aveva organizzato, nella notte tra il 30 ottobre ed il 1 novembre u.s., per la ricorrenza di Halloween, un pubblico spettacolo senza la prescritta autorizzazione, oltre alla violazione delle prescrizioni dell’orario di chiusura alle ore 23, consistente nella diffusione di musica dal vivo, percepibile chiaramente anche dall’esterno, prodotta mediante l’installazione nel locale stesso di idonei impianti per riproduzione, amplificazione e, mediante l’utilizzo di grandi casse acustiche; nella circostanza veniva constatata l’installazione sul soffitto di luci/faretti a ricreare l’atmosfera tipica di un locale pubblico spettacolo, nonché di una batteria acustica.

L’effettuazione di tale attività era stata organizzata previa pubblicizzazione sui cc.dd. “social network” che avevano richiamato la presenza di numerosi avventori.

Per tale motivo, il titolare del locale veniva sanzionato ai sensi dell’art. 666 del C.P. e per la violazione dell’Ordinanza del Comune di Ancona n. 42/2018, nonché denunciato per il reato di Oltraggio a P.U. in quanto durante il controllo da parte degli agenti delle Volanti e della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Ancona, aveva offeso l’onore ed il decoro dei Pubblici Ufficiali.

Inoltre, il locale era stato più volte sanzionato per la violazione del regolamento acustico comunale ed aveva creato anche grave disagio alla cittadinanza, tanto che erano giunte diverse segnalazioni ed esposti da parte dei cittadini del quartiere.

E così questo pomeriggio, gli agenti della Divisione Polizia Amministrativa della Questura, coadiuvati dagli agenti delle Volanti, hanno notificato il provvedimento di sospensione al titolare dell’esercizio, che ha chiuso l’attività.

Con detto provvedimento il Questore Claudio Cracovia ha voluto fornire un'immediata risposta ai cittadini, la cui sicurezza è sempre al primo posto.

Come si ricorderà, analoghi provvedimenti sono stati adottati nelle scorse settimane nei confronti di altri esercizi pubblici siti nei quartieri Piano San Lazzaro, Archi, Palombella centro città, ma anche sul lungomare di Palombina ecc.

Ultimo aggiornamento: 18:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA