Aggressione con la bottiglia rotta
Due giovani finiscono nei guai

Aggressione con la bottiglia rotta Due giovani finiscono nei guai
2 Minuti di Lettura
Martedì 1 Agosto 2017, 15:31
ANCONA - Verso le 22.30 di ieri, gli agenti delle Volanti della Questura di Ancona, sono intervenuti in via Flaminia in un negozio di alimentari dove era stata segnalata una lite tra extracomunitari. Nell'occasione gli agenti riuscivano a fatica a separare i due litiganti nigeriani che erano passati alle vie di fatto spalleggiatida altre persone.

Una volta sedati gli animi, gli agenti ricostruivano i fatti appurando che la vicenda era riconducibile alla restituzione di una caparra relativa all'affitto di un'abitazione che, una delle parti, asseriva di non dover restituire. Appuravano inoltre che durante la lite, il nigeriano che pretendeva la restituzione dei soldi, aveva rotto una bottiglia di birra utilizzandola per minacciare la controparte. A seguito della colluttazione quest'ultimo e sua moglie, intervenuta in difesa del marito, anch'essi nigeriani di 41 e 33 anni, riportavano lievi escoriazioni guaribili in cinque giorni

 I responsabili dell'aggressione, due nigeriani di 20 e 26 anni, in regola con le norme sul soggiorno, sono stati accompagnati in Questura ove una volta sottoposti alle procedure d'identificazione sono stati denunciati per danneggiamento, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale atteso che nel corso dell'intervento tentavano di sottrarsi al controllo spintonando gli agenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA