Prenotazioni, distanze e pattuglie anti-teppisti: iniziano gli eventi verso Natale. Il programma e una raccomandazione: guardia alta contro il Covid

Prenotazioni, distanze e pattuglie anti-teppisti: iniziano gli eventi verso Natale. Il programma e una raccomandazione: guardia alta contro il Covid
Prenotazioni, distanze e pattuglie anti-teppisti: iniziano gli eventi verso Natale. Il programma e una raccomandazione: guardia alta contro il Covid
di Andrea Maccarone
4 Minuti di Lettura
Sabato 13 Novembre 2021, 10:38

ANCONA - Eventi in città: la parola d’ordine è sicurezza. Da oggi a tutto il periodo natalizio Piazza Cavour diventerà il cuore delle iniziative, proprio perché è lo spazio più ampio adatto a contenere un pubblico numeroso. Il via stamattina con l’iniziativa Sostenibilmente. La prossima settimana toccherà a Choco Marche. E dal 27 novembre parte BiAnconatale con il mercatino, la pista di pattinaggio sul ghiaccio e l’accensione delle luminarie e dell’albero di Natale. Ma niente assembramenti. 

 
Le precauzioni
L’anno scorso è stato senza dubbio un Natale sotto tono. Niente eventi. Niente spettacoli. I vaccini erano ancora un miraggio e in tutto il Paese viaggiavamo a 20mila contagi al giorno. Per carità, non è che il trend attuale dia adito a chissà quali entusiasmi. Ma almeno i vaccini ci sono e gli effetti si vedono. Quindi sì agli eventi in città, ma con cautela. Intanto Choco Marche (19-21 novembre) si sposta da Piazza Pertini a Piazza Cavour e rinuncia alla tensostruttura. «Meglio non rischiare - dice Luca Casagrande, referente territoriale Confartigianato - allestiremo i nostri espositori nelle casette di legno e gli avventori staranno all’aperto». Eccezione fatta per i cooking show che si svolgeranno sotto una copertura libera su due lati. «Mi auguro che il buon senso dei cittadini prevalga sulla voglia, per quanto legittima, di stare insieme - raccomanda il vicesindaco Pierpaolo Sediari - la pandemia non è ancora finita, anzi. Stiamo assistendo ad un momento di forte rialzo dei contagi». Dunque mai abbassare la guardia. La prima manifestazione ad esordire in Piazza Cavour è Sostenibilmente: kermesse, come s’intuisce dal nome stesso, dedicata all’ecologia. Due i padiglioni allestiti per gli incontri pubblici. Il programma prevede esperienze e momenti di informazione-formazione-confronto per tutte le età, con un percorso di accesso studiato per consentire una percezione immediata dei temi trattati, anche attraverso video ed effetti acustici particolari. Chi entrerà nei due padiglioni potrà partecipare a incontri di approfondimento sui temi della sostenibilità. 


Le misure 
La priorità per tutte le iniziative è il rispetto delle regole. Per l’appuntamento di questo weekend, nel caso di alcuni eventi serve la prenotazione. La guardia è alta per tutto il cartellone che arriva fino a Natale. Dunque al chiuso mascherine indossate e, magari, sarebbe bene anche all’aperto. E sempre negli spazi coperti dev’essere rispettato il coefficiente del 75% del riempimento e ovviamente green pass all’ingresso, così come per chi si avvicina ai banchi degli espositori. «Cerchiamo nei limiti del possibile di far svolgere le festività natalizie in un clima di fiducia e speranza - aggiunge Sediari - vogliamo far passare un messaggio di condivisione e serenità, che ce n’è tanto bisogno». Quindi ok alle iniziative di Natale, ma in versione light. Per prima cosa non ci sarà un evento pubblico per l’accensione dell’albero lungo corso Garibaldi all’altezza di Piazza Roma. Fino a prima della pandemia era consuetudine posizionare sotto l’abete gigante il palco dove ogni sera si esibivano band e artisti. «Niente di tutto ciò - sottolinea il vicesindaco - ma preferiremo fare dei piccoli spettacoli itineranti». La crew dei Babbi Natale che sfilerà lungo le vie del centro, ad esempio. Ma pure qualche canto gospel in versione marching band. Dunque un Natale super attenzionato per evitare che sotto l’albero, oltre ai regali, ci portiamo anche qualche brutta sorpresa. Già nelle Marche c’è aria di zona gialla. Manca solo peggiorare la situazione facilitando il diffondersi del virus attraverso le manifestazioni pubbliche. E poi controlli. Le pattuglie anti-degrado e anti-bulli saranno in centro a garantire anche la percezione della sicurezza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA