«Un euro, grazie e la tua auto è al sicuro». Il Piano sempre più assediato dagli abusivi

«Un euro, grazie e la tua auto è al sicuro». Il Piano sempre più assediato dagli abusivi
«Un euro, grazie e la tua auto è al sicuro». Il Piano sempre più assediato dagli abusivi
di Claudio Comirato
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Giugno 2021, 05:20 - Ultimo aggiornamento: 16:11

ANCONA  - «Dammi un euro e la macchina sarà al sicuro». I parcheggiatori abusivi tornano a farsi minacciosi al Piano. Nel mirino, gli anziani che vanno a fare spesa al mercato di piazza d’Armi. Il problema è sempre lo stesso: gli “ausiliari” della sosta abusivi che di fatto, nei giorni di mercato, prendono possesso dell’area dei parcheggi


Alcuni si posizionano al cancello di accesso all’area che un tempo ospitava il campo da calcio. Nonostante la sosta sia gratuita, a tutti gli effetti questi ragazzi, per lo più nigeriani, non esitano a chiedere un’offerta sia all’uscita che all’entrata del parcheggio, in cambio di consigli per la sosta o di un presidio sull’auto. Una vera e propria gestione abusiva della piazza intera: gli irregolari si prendono anche cura di regolare il traffico lungo la stradina che costeggia l’ex impianto sportivo. Nulla a confronto con quanto accade nel parcheggio che si trova tra il campo da calcio e la parte di area sosta riservata alla Marina Militare. In questo caso tra le auto posteggiate e i furgoni si aggirano dei parcheggiatori abusivi che non esitano ad avvicinare le persone, chiedendo in cambio qualche moneta, quanto basta per tenere al sicuro la vettura. Le attenzioni di questi soggetti, generalmente africani tra i 20 e i 30 anni, sono rivolte in particolar modo a persone di una certa età, pensionati, ma anche donne sole. 


Molti cedono al ricatto, per evitare problemi o per paura. Altri, invece, preferiscono andare a parcheggiare altrove pur di non chinare la testa e sottostare al pressing dei mendicanti. Una zona, quella del Piazza d’Armi, dove ripetutamente in passato sono intervenute le volanti della Questura dorica e gli agenti della polizia municipale, dopo la pioggia di segnalazioni ricevute dai frequentatori del mercato. Ogni volta che le forze dell’ordine intervengono, scatta il fuggi fuggi dei parcheggiatori abusivi. Alcuni però sono stati identificati e sanzionati. Già, ma poi chi paga le multe? E soprattutto, bastano per tenerli alla larga da piazza d’Armi? Pare di no perché puntualmente, con l’arrivo della bella stagione, il Piano si ripopola dei clochard della sosta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA