Pieroni porta in tribunale Le Iene, a processo un giornalista. L'ex patron dell'Ancona: «Mi hanno diffamato»

Mercoledì 17 Febbraio 2021
Ermanno Pieroni, consulente dell'Anconitana

ANCONA - Ermanno Pieroni, ex patron dell’Ancona ai tempi dell’ultima serie A e attuale consulente esterno dell’Anconitana in Eccellenza, porta in tribunale Le Iene.

 

A 7 anni dall’esposto presentato in procura, il gup di Ascoli, Rita De Angelis, ha rinviato a giudizio all’udienza del 21 giugno 2021 Pablo Trincia, giornalista della popolare trasmissione Mediaset, per un servizio di 13 minuti andato in onda nel febbraio 2014 sulla crisi del Riccione Calcio, all’epoca in serie D, sprofondato sotto una mole di debiti. Il pm Mara Flaiani aveva chiesto di processare il giornalista per violenza, minaccia e diffamazione nei confronti del manager jesino (assistito dallo studio Scaloni) che sarebbe stato offeso nella sua reputazione, in quanto dipinto come eminenza grigia artefice del crac del club romagnolo.

«Non sono mai stato radiato dalla Figc, non sono mai stato un tesserato del Riccione né ho mai ricevuto denaro dai calciatori per farli giocare», sosteneva Pieroni in sede di denuncia. «Dimostreremo l’infondatezza delle contestazioni e l’assoluta correttezza nella realizzazione del servizio», ribatte il legale che assiste Trincia. A processo anche un delegato al controllo della trasmissione Le Iene per la presunta omissione di vigilanza sul contenuto del servizio andato in onda. Pieroni si è costituito parte civile nel processo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA