Edifici deluxe e restyling: Ancona riabbraccia il Riò della fettina

Edifici deluxe e restyling: Ancona riabbraccia il Riò della fettina
​Edifici deluxe e restyling: Ancona riabbraccia il Riò della fettina
di Michele Rocchetti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Novembre 2022, 03:45

ANCONA L’inaugurazione, mercoledì della scora settimana, della nuova sede della società di trasporto navale Adria Ferries in via Thaon de Revel, ha portato nuova luce sul quartiere Adriatico. Un quartiere che era il fiore all’occhiello dell’Ancona della ricostruzione post bellica, ma che negli ultimi anni era stato lasciato un po’ a se stesso. Ora, però, grazie ad una serie di interventi pubblici e privati, ha imboccato la strada, si spera non troppo lunga, del riscatto. Il primo passo è stato fatto col restyling del Viale della Vittoria. Poi sono arrivati quelli dell’ascensore, della pineta e dei laghetti del Passetto. Ma la marcia superiore è stata innestata negli ultimi mesi, anche grazie all’impegno dei privati. All’inaugurazione della nuova sede dell’ Adria Ferries dovrebbe seguire, tra non molto tempo, quella del condominio di superlusso Domus Passetto, collocato all’angolo tra via Santa Margherita e via Bainsizza, il cui attico è stato recentemente venduto per 1,2 milioni di euro.

La riqualificazione

Intanto il Comune ha provveduto a rifare tutti i marciapiedi lato mare di via Thaon de Revel ed ha avviato i lavori di manutenzione straordinaria dei muri di sostegno a monte della pista di pattinaggio, che entro la Befana dovrebbero restituire ai residenti un cospicuo numero di posti macchina. In corso d’opera è anche la riqualificazione dello stadio Dorico, che tra campi da calcio, da calcetto, da tennis e da padel, la pista da atletica, una curva trasformata in proscenio teatrale e l’altra in piazzetta interna dotata di bar e servizi igienici, promette di diventare uno dei principali luoghi di aggregazione della città. Si attende poi il completamento dell’oratorio della chiesa del Sacro Cuore, pronto a tornare ad essere un importante polo aggregativo, culturale e ricreativo, mentre in corso Amendola si sta procedendo alla ristrutturazione della storica scuola De Amicis e al rifacimento di tutti i marciapiedi. Lavori, questi, ultimi, che stanno creando non pochi problemi di circolazione e parcheggio, suscitando il malumore dei commercianti. «Sembra di essere in una città bombardata – sostiene Maurizio Bertini della profumeria Make – up -. Non è possibile aprire in una via quattro cantieri contemporaneamente. Dovevano procedere progressivamente: fatto un tratto ne iniziavano un altro. Invece così il traffico va in tilt e vengono sottratte decine di posti auto. Io che abito qua vicino l’altra sera c’ho messo 45 minuti a trovare un parcheggio».

I disagi per i cantieri

E questo preoccupa in vista del Natale. «La gente viene anche dagli altri quartieri per far shopping qui – dice Paola Coen dell’omonimo negozio di abbigliamento -, ma se non trova parcheggio riparte e se ne va. In questo periodo il lavoro si è dimezzato. Devono far presto per salvare almeno il Natale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA