Ancona, operaio arrestato al porto
Aveva con se oltre un etto di droga

Venerdì 1 Aprile 2016
La droga e gli altri oggetti e soldi sequestrati dalla polizia

ANCONA - Ieri notte gli agenti delle Volanti della questura hanno tratto in arresto S.S., quarantenne anconetano, operaio con qualche precedente di polizia per reati concernenti il codice della strada, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
 L'uomo è stato intercettato dai poliziotti nei pressi della zona Lanterna rossa con un etto circa di hashish ed una ventina di grammi di marijuana divisi in numerose dosi pronte per la vendita.
 I poliziotti delle Volanti sono arrivati all'uomo dopo che ormai da tempo tenevano sotto controllo la zona a seguito della segnalazione di due autovetture e persone sospette da parte della pattuglia dell'Esercito Italiano che, ventiquattrore al giorno, vigila l'intera area portuale.
 Alle ore 3.30 circa scattava il blitz; gli agenti si avvicinavano al luogo segnalato e procedevano al controllo delle  sei persone che, parcheggiate le autovetture, stavano confabulando tra loro come se stessero trattando l'acquisto di qualcosa. Ma non era pesce l'oggetto della vendita come invece il luogo marittimo avrebbe potuto suggerire.
Infatti, nel corso del controllo, i poliziotti trovavano all'interno dell'autovettura dell'anconetano una bustina in plastica trasparente contenente una decina di grammi di marijuana, un sacchetto contenente numerose dosi di hashish per circa settanta grammi, un coltello a serramanico e un taglierino.
 Nel corso della successiva perquisizione personale rinvenivano, all'interno delle tasche dei suoi indumenti, altre dosi di hashish per una trentina di grammi pronte alla cessione,  nonchè circa 500 euro in tagli da 10 e da 20 considerati frutto dell'attività di spaccio.
 L'uomo, veniva arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. Invece solo una identificazione per le altre sei persone che non venivano trovati in possesso di droghe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA