Ancona: doppio reato per le ruspe
sui gradini, i carabinieri in Comune

Lunedì 6 Giugno 2016
La scalinata del monumento danneggiata

ANCONA - Mentre cresce l’indignazione per lo sfregio alla scalinata del Passetto, tra cortei di protesta e mobilitazione sui social network, i carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio culturale continuano gli accertamenti su delega del pubblico ministero Paolo Gubinelli. Nei giorni scorsi i militari del comando di via Pio II, guidati dal maggiore Carmelo Grasso, hanno acquisito in Comune altra documentazione per ricostruire nel dettaglio tutti i passaggi del rapporto tra l’amministrazione civica e la ditta incaricata (la Stema Srl di Ancona) dei lavori di ripristino della spiaggia del Passetto dopo i danni causati dalle mareggiate invernali. Ormai non c’è alcun dubbio sul fatto che il passaggio dei due escavatori su è giù per i gradoni del Monumento sia avvenuto con il nulla osta ufficiale dei tecnici del Comune. «Vista la difficoltà pratica di raggiungere la spiaggia - si legge nella determina che definisce l’incarico all’impresa incaricata di eseguire i lavori per un importo di 17 mila euro -, i mezzi, le attrezzature ed i materiali occorrenti saranno portati in loco tramite le scalinate sottostanti il monumento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA