Ancona, difende la suocera dal bullo
e lui lo denuncia per danni: assolto

Difende la suocera dal bullo
e lui lo denuncia
per danni: assolto
di Federica Serfilippi
ANCONA - Nel maggio 2016 era stato arrestato assieme a un suo amico minorenne in piazza Malatesta dopo aver pestato un 60enne, “colpevole” di aver preso le difese della suocera, barricatasi in casa dopo il lancio di alcuni sassi contro la sua finestra. Il processo per il 21enne anconetano Claudio Isopi era durato pochi mesi.
Il giudice Paolo Giombetti, a novembre dello stesso anno, aveva condannato il ragazzo a un anno di reclusione per le lesioni inflitte al 60enne, Giuseppe Maria Honorati, colpito con calci e pugni. La pena sospesa era condizionata al pagamento di una provvisionale di 10mila euro alla vittima, parte civile attraverso l’avvocato Settimio Honorati. Chiuso quel procedimento, ne è partito un altro. Questa volta a parti ribaltate: il 60enne sul banco degli imputati con l’accusa di lesioni. E Isopi, sostenuto dall’avvocato Antonella Devoli, parte civile per essere stato colpito – sosteneva l’accusa – con la catena della bicicletta che il 10 maggio 2016 aveva portato Honorati in piazza Malatesta.
Ieri mattina, in tribunale, è terminata anche la seconda tranche di una vicenda che sembra essere infinita. Il 60enne è stato assolto dal giudice Elisa Matricardi perché il fatto non costituisce reato.
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 13 Giugno 2019, 03:15 - Ultimo aggiornamento: 03:15