Crolla un pino alto più di dieci metri: strada chiusa poco prima, tutti salvi

Crolla un pino alto più di dieci metri: strada chiusa poco prima, tutti salvi
Crolla un pino alto più di dieci metri: strada chiusa poco prima, tutti salvi
di Claudio Comirato
4 Minuti di Lettura
Domenica 19 Dicembre 2021, 12:33

ANCONA - Poteva schiantarsi addosso a un passante, a un’auto in manovra o ai vigili del fuoco che ieri mattina all’alba sono stati chiamati da alcuni residenti che avevano visto quel grosso Pino d’Aleppo inclinarsi verso la strada, in via Volterra, all’angolo via Panoramica. Solo la competenza e l’esperienza maturata sul campo dalla squadra di pompieri ha evitato che quella pianta secolare alta più di dieci metri gli franasse addosso, schiacciandoli.

È accaduto intorno alle 7 e 30 del mattino, a due passi dall’ospedale Salesi. I vigili del fuoco erano accorsi poco prima con tre mezzi e si erano subito resi conto che quel grosso pino sarebbe caduto da un momento all’altro. 
La strada sbarrata
Per questo hanno sbarrato l’accesso in via Volterra con l’autopompa di servizio, in attesa dell’arrivo della Polizia Municipale, che nel frattempo aveva comunicato agli stessi pompieri i nominativi di alcune auto parcheggiate lungo la strada che avrebbero potuto subire dei danni. Il resto della zona era stato delimitata da un nastro bicolore posizionato anche in via Panoramica, proprio per evitare il transito dei pedoni mentre, le auto sono state indirizzate verso via Monfalcone. 
I rami sull’auto
Il pino d’Aleppo che si trovava a ridosso della fontanella dell’acqua è venuto giù di colpo, nelle vicinanze dell’unica auto rimasta in sosta nei paraggi, coperta dalla chioma di alcuni rami ma non danneggiata. Momenti da brivido, racconta il capo partenza dei vigili del fuoco presente sul posto: «Quando siamo arrivati ci siamo resi conto che l’albero sarebbe potuto finire in terra da un momento all’altro, visto anche il grado di inclinazione, abbiamo messo in sicurezza la zona e a un certo punto si è sentito un rumore sordo come quando un mezzo pesante passa su una caditoia rovinata. Una frazione di secondo e l’albero è finito in terra proprio nel punto che avevamo stimato».
A distanza di sicurezza, molti residenti dei palazzi di via Volterra e via Panoramica seguivano con apprensione quello che stava accadendo. Diversi di loro hanno fatto presente che tempo addietro erano state fatte delle segnalazioni sullo stato di salute di queste piante. «Nel territorio comunale abbiamo oltre 15.000 piante, monitorarle tutte è praticamente impossibile, ma le manutenzioni e le potature vengono effettuate - assicura Stefano Foresi, assessore comunale alle Manutenzioni -. Nei giorni scorsi siamo intervenuti lungo il Viale della Vittoria, in via Corridoni nei pressi del Salesi e in via Torresi. Tutte le segnalazioni che arrivano vengono verificate dal personale dell’ufficio verde pubblico, le piante ammalorate vengono eliminate come accaduto in Piazza Diaz dove si è poi provveduto a nuove piantumazioni». Ma forse il personale è abbastanza per star dietro alle numerose segnalazioni di piante pericolanti. Basta andare in via Cadore o in Largo Maniera al Pincio per vedere da vicino altri pini che rischiano di venire giù. O alla pineta del Passetto dove già in passato erano caduti alberi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA