Certificato scaduto e niente mascherina: chiusi due locali al Piano, multati anche i clienti

Giovedì 25 Novembre 2021 di Stefano Rispoli
Certificato scaduto e niente mascherina: chiusi due locali al Piano, multati anche i clienti

ANCONA - In un bar c’era un cliente seduto al tavolo privo di Green pass. Nel Kebab, il gestore serviva da mangiare senza mascherina, così come l’avventore. Identica punizione per i due locali del Piano: stop forzato per 5 giorni e multa da 400 euro, anche ai clienti. L’operazione è stata condotta martedì dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ancona, nell’ambito di un servizio finalizzato alla verifica del rispetto delle normative contro la diffusione del Covid nei locali pubblici. 

 

Il messaggio

Sulla vetrina del bar nei pressi del supermercato Coop di via Girodano Bruno è spuntato un avviso rivolto ai clienti, dal quale emerge una nota di profondo rammarico. «Dopo 13 anni di attività gestita con passione, responsabilità, correttezza e sacrifici - si legge - per una dimenticanza nel chiedere un Green pass (magari perché presi dal lavoro) hanno deciso di farci chiudere per cinque giorni con sanzione. Chiediamo alla riapertura collaborazione, correttezza e massimo rispetto delle normative, visto che poi ne siamo noi direttamente responsabili». Sotto l’avviso, un manifesto che ricorda la regola generale (anche in lingua inglese): per il servizio al tavolo è richiesto il Green pass, in formato digitale o cartaceo. Certificato che, ad oggi, non è richiesto per il servizio all’aperto, al banco, per bambini sotto i 12 anni e per coloro che sono esenti dalla vaccinazione, con certificato medico. Ma presto entrerà in vigore il Super Green pass che non sarà possibile più conseguire con il tampone negativo, ma solo con la vaccinazione, secondo quanto deciso dal Governo per salvare le festività natalizie e le attività commerciali di fronte all’aumento progressivo dei contagi. Il bar in questione, comunque, riaprirà già oggi dopo che i titolari hanno pagato la sanzione tempestivamente: quando i carabinieri sono entrati, infatti, c’era un cliente - risultato privo di Green pass - che si era appena messo seduto al tavolo per ordinare una birra e non era stato ancora controllato per una disattenzione. Lo stesso cliente ha ricevuto una maxi multa da 400 euro. 

La mascherina 

I sigilli sono scattati anche in un altro locale del Piano, un Kebab di piazza Ugo Bassi. Qui i militari hanno riscontrato che il gestore serviva da bere e da mangiare senza mascherina. Non la indossava neppure uno dei clienti. Per questo i carabinieri del Norm hanno subito provveduto a disporre la chiusura del locale per 5 giorni, come prevedono le normative anti-Covid. Inoltre, al titolare e all’avventore è stata comminata una sanzione da 400 euro a testa. 

I precedenti 

Nessuno sconto da parte delle forze dell’ordine ai locali che non rispettano il dispositivo contro la diffusione del virus. Nei giorni scorsi la polizia aveva chiuso altri tre locali: un bar - inaugurato da poche settimane - in corso Mazzini, il cui titolare è stato pizzicato mentre serviva da bere ai clienti senza mascherina; un pub di via Gramsci dove il titolare non indossava i dispositivi di protezione; infine, un ristorante etnico di via Fiorini, dove l’addetto al controllo del Green pass era stato spintonato da un centinaio di persone che volevano entrare a tutti i costi per festeggiare un battesimo, mentre all’interno c’era così tanta gente che alcuni clienti stavano mangiando in piedi, appoggiati al muro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA