Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il caso dehor finisce in tribunale
Gizzi denuncia, la procura indaga

Il caso dehor finisce in tribunale Gizzi denuncia, la procura indaga
1 Minuto di Lettura
Martedì 28 Ottobre 2014, 15:42 - Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 15:46
ANCONA - La procura ha aperto un fascicolo sul caso dehor, da tempo al centro di polemiche in centro. Dopo la segnalazione inviata dal soprintendente ai beni architettonici Stefano Gizzi sui dehors di Corso Mazzini ad Ancona, come atto dovuto la procura ha aperto un fascicolo senza, per ora, indagati o ipotesi di reato.

Secondo l'esposto, i negozianti non avevano rispettato le regole e messo tavolini e sedie fuori dagli spazi concessi, in particolare nei pressi della fontana del Calamo in Corso Mazzini. Tra i casi denunciati anche quello della notte bianca del 27 settembre scorso. Ora i pm faranno accertamenti per decidere la sorte dell'inchiesta. Le violazioni delle regole avevano indotto la soprintendenza anche a sospendere l'accordo siglato con il Comune per l'apertura dei gazebo tutto l'anno e a disporre la chiusura invernale fino al 15 aprile.







Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA