Gimkane, impennate e corse folli: baby centauri davanti allo stadio. Così i parcheggi diventano piste clandestine

Dopo Tavernelle, piloti scatenati anche al Del Conero. Un residente: «Servono controlli fissi»

Il parcheggio dello stadio Del Conero
Il parcheggio dello stadio Del Conero
di Stefano Rispoli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Giugno 2022, 02:30

ANCONA - Non solo Tavernelle. Anche il parcheggio dello stadio Del Conero è diventato un circuito per ragazzini che si divertono a imitare Valentino Rossi. Impennate da brividi, gincane mozzafiato, corse a tutta velocità: davanti all’impianto sportivo di Passo Varano ogni giorno e ogni notte si ripete la stessa storia. Proprio come nel park del cimitero di Tavernelle, dove sabato scorso una ventina di giovani sono stati identificati dai carabinieri, dopo che un operatore del Comune aveva chiamato il 112 perché non riusciva a sfalciare l’erba per colpa di quelle evoluzioni sulle due ruote. 

 
La segnalazione 

«Nel pomeriggio e anche nelle ore notturne i rombi di moto e motorini si sentono distintamente fino al quartiere di Ponterosso». La segnalazione è di Gianluca, un residente del quartiere, che al Corriere Adriatico confessa di essere esasperato per quella fastidiosa colonna sonora che accompagna le sue serate, soprattutto d’estate, quando gli studenti sono in vacanza. «Quello che avviene davanti al cimitero di Tavernelle accade ormai da anni anche nel parcheggio dello stadio Del Conero - ci scrive -. Su moto e motorini percorrono in impennata lunghi tratti del parcheggio». Non solo le due ruote. Ci sono anche maggiorenni che arrivano con auto sportive. «Le sgommate e le frenate delle auto si sentono distintamente fino a Ponterosso, nonostante la presenza di telecamere di sorveglianza: ma funzionano?», si domanda Gianluca. Che in passato dice di aver segnalato la presenza di piloti e baby centauri spericolati davanti allo stadio «ma senza nessun esito». Una soluzione ce l’ha. «Andrebbe sollecitata l’effettuazione di un servizio di pattugliamento sistematico da parte delle forze dell’ordine. Già questo - riflette - potrebbe servire come deterrente, prima che si verifichino situazioni gravi per la sicurezza di chi effettua queste “imprese” e ancor più di incolpevoli cittadini». A questo proposito, la comandante della Polizia locale, Liliana Rovaldi, assicura: «Eseguiremo dei controlli specifici nella zona dello stadio Del Conero, come abbiamo fatto anche nel posteggio davanti al cimitero di Tavernelle. Qui per un periodo abbiamo svolto un controllo assiduo, pur senza arrivare a multare nessuno. Con la fine della scuola prevediamo dei passaggi quotidiani, anche al mattino, con il nostro vigile di quartiere». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

© RIPRODUZIONE RISERVATA