Contagi in frenata in provincia: 137 al giorno. Ma i ricoveri per Covid risalgono

Martedì 26 Gennaio 2021 di Lorenzo Sconocchini
Contagi in frenata in provincia: 137 al giorno. Ma i ricoveri per Covid risalgono

ANCONA - Il picco dell’altro ieri, con quasi 200 casi, e i 90 nuovi positivi (su un totale di 200 tamponi delle analisi domenicali di tutte le Marche) sciupano un po’ un bilancio settimanale che per la provincia di Ancona tendeva a un forte ribasso e invece si chiude con una cinquantina di casi in meno rispetto alla settimana precedente, meno bene del previsto.

 

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, crollano i tamponi, ma i nuovi positivi nelle Marche sono 200 (più 50 ai test rapidi)/ La progressione del contagio

 

 

Negli ultimi 7 giorni di esami di laboratorio (il dato è aggiornato a domenica) la provincia del capoluogo chiude con 959 nuove diagnosi di positività al Sars-Cov-2, che porta il totale dall’inizio dell’epidemia a 15.202. La media giornaliera è stata di 137 nuovi positivi a settimana, mentre nella settimana precedente (1.007 nuovi positivi) il trend era di quasi 144 contagi quotidiani. 


La flessione della curva dei contagi negli ultimi giorni si è fatta meno inclinata e il dato si riflette sulla tendenza dei “positivi attuali” dei vari comuni, il numero delle infezioni ancora attive tra i residenti. Ancona, dopo una fase consolidata di decrescita, negli ultimi tre giorni ha avuto un rialzo sensibile, passando dai 558 positivi di venerdì scorso a 584, con quasi mille residenti in quarantena. Tra le città più grandi, preoccupa anche il trend di Osimo, passato da 174 a 229, benché non si senta ancora l’effetto della campagna di screening con test rapidi iniziata domenica al PalaBaldinelli, appuntamento che in altri comuni, facendo emergere dal sommerso i casi asintomatici, aveva provocato nelle scorse settimane un aumento dei contagi accertati. Aumenta, ma di poco, Jesi (da 183 a 187) mentre sono in leggera flessione i “positivi attuali” di altri comuni tra i più popolati: Fabriano da 228 a 224, Falconara da 164 a 155 e Senigallia da 322 a 311.


I focolai spuntati tra Rsa e case di riposo si riflettono anche sul dato dei positivi nei singoli Comuni. Emblematico il caso di Cupramontana, dove sono risultati positivi al tampone 32 ospiti e 7 operatori sanitari della locale residenza protetta per anziani, e il bilancio dei “positivi attuali” è così risalito in tre giorni da 55 a 77, davvero tanti rispetto alla popolazione, uno ogni 60 residenti. Presso la casa di riposo cuprense, fa sapere il Comune, «si è già proceduto ad attuare le misure di isolamento» e la situazione «è stata segnalata anche alle autorità militari per ogni eventuale necessità»
I contagi nelle residenze per anziani hanno giocato un ruolo importante anche nel rialzo dei positivi attuali a Osimo, visto che negli ultimi due giorni sono emersi oltre 50 casi nella casa di riposo Recanatini.


Tra i Comuni ad alta incidenza di casi positivi c’è Ostra, salita da 72 a 73, mentre la situazione è ancora calda ma stazionaria a Loreto (da 65 a 66 negli ultimi tre giorni) e Chiaravalle (da 66 a 71). In tutta la provincia di Ancona, su 47 Comuni soltanto due (Staffolo e Poggio San Marcello) sono al momento Covid-free, mentre San Marcello e San Paolo di Jesi hanno alla data di ieri meno di 5 positivi tra i residenti.
Nell’Ambito 10 di Fabriano sono in tutto 322 gli attualmente positivi, 1.255 i guariti, 51, purtroppo, i deceduti. Sono 1.628 i casi accertati da marzo 2020. A ieri erano in tutto 649 le persone in quarantena in tutti i Comuni dell’Ambito, 115 solo a Fabriano. Nell’arco di una settimana si registrano 83 positivi in meno nella città della carta e 123 in meno in tutto l’Ambito.


La pressione dell’epidemia sulle strutture Sanitarie anconetane è sempre alta. Ieri, nel bollettino del Servizio salute che aggiorna quotidianamente i numeri del Covid-19 nelle Marche, i ricoveri a Torrette sono saliti da 90 a 92, all’Inrca da 33 a 35, a Villa Serena di Jesi da 16 A 17. Stabili i pazienti Covid al Salesi (2), in lieve calo a Jesi (da 75 a 74) e Senigallia (da 29 a 28). Il totale dei pazienti affetti da Sars-Cov-2 negli ospedali della provincia è salito da 245 a 248, a cui si aggiungono poi i pazienti positivi assistiti nei pronto soccorso (aumentati in un giorno da 10 a 15 tra Torrette, Jesi e il Profili di Fabriano) e 68 ospiti di Rsa distribuiti tra Chiaravalle e la Residenza Dorica all’Inrca. 


E l’ultimo bollettino di giornata, quello relativo ai decessi, allunga purtroppo la lista dei lutti anche in provincia di Ancona, dove abitavano 5 delle 11 vittime marchigiane di giornata. Si tratta di un’anziana di 91 anni residente a Camerano e ricoverata all’Inrca e di quattro uomini: un 64enne di Barbara e un 89enne di Cupramontana morti all’ospedale di Jesi, e due senigalliesi di 94 e 77 anni, ricoverati nell’ospedale della loro città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA