Serve al banco senza mascherina, chiusa l'attività. Durante i controlli multate dai carabinieri 10 persone

Domenica 11 Aprile 2021
Serve al banco senza mascherina, chiusa l'attività. Durante i controlli multate dai carabinieri 10 persone

ANCONA - Le Marche arancioni che mirano alla zona gialla non possono però abbassare la guardia. Lo raccomandano i medici, lo ripete il presidente della Regione Francesco Acquaroli. Limitare la circolazione del Covid insieme a una campagna vaccinale che proceda velocemente sono indispensabili per ripartire. Ma visti i risultati dei controlli non pare che gli appelli siano recepiti da tutti in egual misura. Durante un controllo infatti in un'attività di Piazza Rosselli ad Ancona, i carabinieri del Norm hanno sorpreso addirittura un addetto al banco vendite, 38enne di origine pakistana, senza dispositivo di protezione delle vie aeree. Sono scattate la chiusura provvisoria dell'attività per cinque giorni e la segnalazione alla Prefettura di Ancona per una sanzione accessoria a carico del responsabile legale dell'attività, un 26enne anch'egli pakistano. È una delle dieci sanzioni comminate nel complesso dai militari della Compagnia di Ancona, nelle ultime ore, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale, finalizzato a garantire l'osservanza delle norme anti-Covid. Nove le multe, tra Ancona e Falconara, nei confronti di giovani che hanno violato l'obbligo di permanere nella propria abitazione/domicilio dalle 22 alle 5: sette di loro avranno 5 giorni di tempo per saldare il conto, 280 euro, o l'importo salirà fino a 400 euro; per gli altri due soggetti è previsto l'aumento della sanzione fino a 1/3 per l'utilizzo del veicolo. (373 euro entro 5 gg oppure 533 euro entro 60 gg). In tutto dispiegate 19 pattuglie di pronto intervento: identificate 235 persone, controllati 187 veicoli ed eseguite tre perquisizioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA