La Baraccola rafforza il suo appeal: al centro commerciale Conero sbarca Intersport King. I sindacati: «Bene, ma occhio alle concentrazioni»

Venerdì 1 Ottobre 2021 di Michele Rocchetti
Lo staff di Intersport King al centro commerciale Conero

ANCONA - Non si fermano più le nuove aperture alla Baraccola, che dopo il lockdown sta vivendo un vero e proprio Rinascimento. Ieri all’interno del centro commerciale Conero è stato inaugurato il negozio Intersport King, con il quale la King Spa raddoppia la sua presenza nella zona industriale di Ancona. «I nostri negozi hanno sempre venduto anche articoli sportivi, ma è soprattutto con l’abbigliamento che si sono affermati – spiega l’ad di King, Giuseppe Benni -. Ora gli ottimi risultati ottenuti con l’abbigliamento vorremmo replicarli con le attrezzature. Ma per fare questo era necessario diversificare». 

Sette comuni su 10 Covid free. E in 159 centri delle Marche meno di 5 contagi. Il caso del Maceratese

 


Così si è deciso di creare un punto vendita, quello davanti a Confindustria, specializzato nel Life Style, e un altro, quello del centro commerciale Conero, più concentrato sullo sport attivo. Per conseguire tale obiettivo non c’era modo migliore di instaurare una partenrship con Intersport, gruppo di acquisto internazionale che negli ultimi 4 anni ha sviluppato servizi e linee guida orientati ad elevare l’esperienza di chi entra in uno degli oltre 300 negozi associati. Ma perché si è deciso di puntare ancora una volta su Ancona e la Baraccola? «Innanzitutto noi nasciamo a Senigallia e Ancona è il nostro capoluogo – dice Benni -. Poi ci siamo sempre trovati bene. Il nuovo punto vendita King Sport & Style sta ottenendo ottimi risultati e quello vecchio, che ci ha dato grandi soddisfazioni, si trovava proprio dove apriamo Intersport King. La clientela, quindi, la conosciamo bene. Inoltre la Baraccola ci permette di avere le metrature di cui abbiamo bisogno. Al centro non avremmo avuto gli spazi sufficienti. Ma non è detto che in futuro non si trovi una soluzione adatta alla Spina dei Corsi». 


Proprio di fianco all’edificio che ospita King Sport & Style tra un mese e mezzo verrà inaugurato un nuovo polo commerciale, dove troverà posto un punto vendita di Risparmio Casa. L’apertura di queste attività raccoglie il plauso dei sindacati che, però, se da una parte vi vedono possibilità di occupazione, dall’altra temono l’effetto concentrazione. 


«L’arrivo di nuove attività è sempre motivo di gioia perché vuol dire che l’economia è ripartita – afferma Fabrizio Bontà (Uiltucs) -, ma se in una stessa zona si concentrano attività simili, c’è il rischio che il grande uccida il piccolo e che l’occupazione che si crea da una parte si perda dall’altra». Carlo Cotichelli (Filcams – Cgil): «Una nostra indagine prima della pandemia metteva in evidenza un eccesso di offerta. Se la torta non aumenta, ma aumentano solo i soggetti che se la dividono, si rischia di rendere le nuove aperture un fuoco di paglia». «Che continuino ad esserci importanti realtà che investono su Ancona e le Marche è senz’altro un fatto positivo – sostiene Selena Soleggiati (Fist Cisl) -, ma andrebbe fatto in modo che fossero distribuite in maniera omogenea sul territorio, senza, per esempio, svuotare i centri storici».

 

Ultimo aggiornamento: 14:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA