Ragazza di 20 anni bloccata
prima di mettere a segno il colpo

Ragazza di 20 anni bloccata
in un appartamento prima
di mettere a segno il colpo
ANCONA - Mentre  in questi giorni molti si godono le meritate vacanze, c'è sempre qualcuno che cerca di approfittare dell'assenza delle persone dalle abitazioni per entrare e cercare di rubare.

Ieri sera sono scattati  nuovamente i controlli a scacchiera in diverse parti del territorio dorico che hanno dato i loro frutti.

Nei pressi di via Ascoli Piceno una pattuglia delle Volanti notava una donna che guardava con insistenza i portoni delle abitazioni e ogni tanto parlava al telefono nascondendolo poi nella borsetta. I poliziotti incuriositi da tale atteggiamento non l'hanno persa di vista e da lontano hanno seguito i suoi movimenti davvero insoliti.

Contemporaneamente in sala Operativa un cittadino aveva segnalato la presenza di una donna dal comportamento strano che corrispondeva alle caratteristiche di quella notata dalla pattuglia della Volante. Dopo un pò, i poliziotti , hanno visto che la signorina suonava ai campanelli delle abitazioni e se qualcuno rispondeva chiedeva le più disparate informazioni : "scusi ma qui c'è una parrucchiera?, scusi ma qui abitano i miei amici ?, scusi ma dove si vende una casa?.

Insomma un comportamento a dir poco equivoco e quando hanno notato che la signorina entrava in un immobile, dopo aver suonato il campanello  non aver ottenuto risposta, decidevano di seguirla silenziosamente e di 
identificarla. Trovata davanti alla porta di una abitazione mentre teneva la mano davanti allo spioncino e suonava il campanello, veniva fermata e condotta in Questura per gli accertamenti di rito.

Una volta negli uffici la giovane donna riferiva ai poliziotti che si aggirava da quelle parti perchè intenzionata a comperare una casa, ma una volta controllata, ai poliziotti sembrava di avere davanti Mary Poppins.
Venivano ritrovati, infatti, occultati nel reggiseno due calzini in stoffa al cui interno vi erano due cacciaviti e una chiave inglese, inoltre all'interno degli slip veniva ritrovata una scatolina in plastica che solitamente viene usata per aprire le porte delle abitazioni.

La donna, 20 anni di nazionalità croata riferiva che aveva quegli attrezzi perchè voleva fare il meccanico, ovviamente è stata denunciata per posso ingiustificato di chiave e grimaldelli e gli veniva notificato il provvedimento del divieto di ritorno nel Comune di Ancona.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 12 Agosto 2018, 16:00 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2018 16:00

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO