I cittadini adesso alzano la voce: «Fermate l’invasione dei cinghiali o li cacciamo noi a colpi di fucile»

Lunedì 1 Marzo 2021 di Claudio Comirato
I cittadini adesso alzano la voce: «Fermate l invasione dei cinghiali o li cacciamo noi a colpi di fucile»

ANCONA  - S’aggirano in cerca di cibo e acqua nel parco di Posatora compresa la zona davanti al bar, si fanno vedere dalle parti dell’ex Crass e scorrazzano nel giardino delle scuole Anna Frank in via Brodolini, sempre a Posatora, come pure non disdegnano qualche puntata lungo via Grotte. Il problema dei cinghiali sta assumendo contorni piuttosto preoccupanti, al punto che in zona sono state raccolte oltre 200 firme per chiedere una soluzione, come conferma Egildo Messi presidente del Comitato “Frana Contro”.

LEGGI ANCHE:

Una famigliola di cinghiali spunta al parco di Posatora: casi sempre più frequenti

 

 

«La gente ha paura questi animali stanno girando indisturbati per il quartiere anche al sottoscritto è capitato di incrociarli in via del Fornetto ma sono stati visti anche di fronte alla chiesa. Chiediamo al comune di intervenire quanto prima magari con una operazione congiunta assieme ad altri enti. Siamo preoccupati anche per il fatto che alcune persone si sono dette pronte a scendere in strada con i fucili da caccia pur di risolvere il problema dei cinghiali sotto casa».


Sul problema dei cinghiali, ripresi in un video girato da alcuni residenti nel giardino delle scuole Anna Frank, è intervenuto l’Assessore Stefano Foresi: «Come amministrazione comunale non possiamo fare nulla, non abbiamo nemmeno gli strumenti legislativi per affrontare questo problema, non possiamo di certo armare la polizia municipale per abbattere i cinghiali. Non ci sono precedenti del genera ad Ancona. Mercoledì abbiamo promosso un incontro a cui hanno partecipato l’amministrazione comunale, la Provincia, la Regione oltre al Parco del Conero proprio per trovare una soluzione urgente a questo tipo di problema. A Pietralacroce, quartiere a ridosso del Parco del Conero, nelle ultime settimane ci sono stati numerosi avvistamenti di cinghiali, ma anche dalle parti di Posatora in pieno centro abitato. La questione deve essere risolta il prima possibile anche per la sicurezza dei residenti».


Il branco avvistato più volte a Posatora sarebbe lo stesso che frequenta la zona dell’ex Crass, una famiglia composta da 5 adulti e una decina di cuccioli: quanto basta per mettere in piedi una vera e propria colonia di ungulati una zona verde tra la collina di Posatora e l’area sottostante che un tempo ospitava l’ospedale psichiatrico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA