Cinghiali a Posatora, ora si valuta la cattura. Alcuni trovate anche nei giardini delle abitazioni

Martedì 15 Dicembre 2020
Cinghiali a Posatora, ora si valuta la cattura. Alcuni trovate anche nei giardini delle abitazioni

ANCONA  - Sbucano all’improvviso sulle strade. O cercano cibo nei giardini privati. Aumentano le segnalazioni di cinghiali nella zona di Posatora e il caso finisce all’attenzione dell’assessore all’Ambiente, Michele Polenta, con l’interrogazione presentata ieri dal consigliere Arnaldo Ippoliti.

LEGGI ANCHE:

Cinghiali in strada a Posatora provocano un tamponamento, giovane ferita

 

L’esponente del gruppo 60100 ha sottolineato come sia «sempre più massiccia la presenza di cinghiali nell’area di Posatora, con esemplari che sono entrati nei giardini delle abitazioni. Cosa si può fare per arginare questo fenomeno?» ha chiesto nel suo intervento Ippoliti. «la competenza in questo ambito è della Regione e una legge esclude la possibilità di cacciare questi esmeplari nelle zone urbane dove i cinghiali trovano un habitat favorevole vista l’assenza di caccia e la possibilità di procurarsi cibo facilmente. Il caso è di difficile soluzione, se non viene modificata la legge che esclude gli ambiti urbani dalle zone dove poter praticare l’attività venatoria. Ma è un problema da affrontare e per questo con le associazioni agricole di categoria ci stiamo confrontado per capire quali possono essere le possibili iniziative sul territorio per soluzioni alternative meno cruenti, come ad esempio la cattura degli esemplari. Mentre con gli altri Comuni cercheremo di far modificare la legge regionale» ha sottolineato Polenta che non ha nascosto di «non condividere la gestione negli anni della cac

© RIPRODUZIONE RISERVATA