L’abbraccio dell'intera città al gesto d’oro di Martina: «È un esempio per tutti»

L abbraccio dell'intera città al gesto d oro di Martina: «È un esempio per tutti»
L’abbraccio dell'intera città al gesto d’oro di Martina: «È un esempio per tutti»
di Massimiliano Petrilli
4 Minuti di Lettura
Giovedì 5 Maggio 2022, 08:05

ANCONA -  Lo striscione “Sei il nostro orgoglio” e la standing ovation di piazza Cavour hanno riassunto al meglio il Ciriachino d’oro consegnato dal sindaco Valeria Mancinelli a un’emozionata Martina Pozzan. «Un eroe normale» ha definito il sindaco la 25enne che il 10 dicembre ha salvato un anziano dalle gelide acque del Passetto. La cerimonia ha rappresentato il clou della giornata dedicata al patrono, l’ultimo tassello di un’edizione boom della Fiera con 120mila presenze.

 


«Per i miei amici sono l’eroina di questa città» ha confessato Martina Pozzan dopo aver ritirato la medaglia d’oro e mandato baci dal palco al gruppo degli Albisti anonimi con cui quella mattina di dicembre era al Passetto. «Sono orgogliosa di questo premio e sento la responsabilità di dare il buon esempio» ha aggiunto la 25enne. Quel buon esempio che ha fatto da filo conduttore nella scelta dei numerosi attestati. Un messaggio soprattutto «per evidenziare che in città non ci sono solo quei giovani che si rendono protagonisti di atti di vandalismo. Ma anche - ha rimarcato il sindaco - ragazzi che costruiscono, loro sono un esempio per i coetanei e per tutti noi». Mentre chi sfascia finisce nel radar della Polizia locale come ha voluto rimarcare il sindaco consegnando un attestato extra ai vigili urbani, ritirato dalla comandante dei vigili urbani, Liliana Rovaldi, «per l’azione di contrasto agli atti di vandalismo». 


Un lungo applauso ha anche accompagnato la lettura della motivazione del riconoscimento assegnato a Carlo Miglietta, il medico che ha smascherato le finte vaccinazioni al Paolinelli. «Grazie per questo riconoscimento inaspettato - ha affermato il medico - Sono orgoglioso del sostegno avuto dalle forze dell’ordine e della risposta dell’Asur. Mi auguro che il mio esempio possa spingere altri a trovare la forza di denunciare». La manifestazione ha poi visto la consegna degli attestati al rettore dell’Univpm Gian Luca Gregori e al suo predecessore Sauro Longhi, al professor Oliviero Gorrieri, Egildo Messi, Massimiliano Massara (bagnino di Mezzavalle che ha soccorso due bagnanti), Massimo Consolati (pugile professionista che ha portato nel mondo l’immagine di Ancona sportiva), Leandro Provinciali (professore di Neurologia), Giorgia Coppari («ha promosso l’immagine culturale della città e Ancona come destinazione nei viaggi di istruzione»), Francesco Lombardi (atleta nazionale di pesca al colpo diversamente abili, medaglia d’oro a squadre al campionato del mondo 2021), Carlo Masciarelli, Giovanni Mascambruni, Donatella Linguiti, Enrico Moretti, il poeta e scrittore Fabio Maria Serpilli, Lucilla Borioni (insegnante e fondatrice del Progetto Lettura Salesi), Maria Rita Luciani (imprenditrice nella pesca), Claudio Sordoni (allenatore della Basket Girls), Valeria David (maestra artigiana di restauro), Carlo Rinaldo (decano degli astrofili marchigiani), Luigi Casadei (titolo mondiale e record europeo nel giavellotto Mondiali Fisdir), Emanuele Gissi (comandante vigili del Fuoco di Savona, si è distinto nel soccorso e recupero delle vittime del crollo del ponte Morandi), il medico neurologo Nicoletta Foschi, don Paolo Spernanzoni, Roberta Galeazzi, Marco Lucioli (realizzatore del progetto Anconopoli), Remo Baldoni (presidente Servizio di Strada onlus), Paolo Paolino Giampaoli. Attestati in memoria di Marco Morico, Alda Renzi Lausdei, Antonio De Luca e Lorenzo Guzzini. Pergamene anche alle associazioni Campeggiatori Club Adriatico, DeMaTePa, Vab Marche, Fantasia Sogno Realtà. Premiati anche rappresentanti delle forze dell’ordine e vigili del fuoco che si sono distinti in operazioni di salvataggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA