La cultura della donazione
si impara a ritmo di Beatles

La cultura della donazione si impara a ritmo di Beatles
3 Minuti di Lettura
Martedì 16 Dicembre 2014, 09:34 - Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 19:22

ANCONA - Tutto esaurito al Teatro delle Muse ieri sera.



Il pubblico proveniente da tutta la Regione ha accolto calorosamente i Talk Radio, cover band dei Beatles ed il quartetto di archi composto dai massimi maestri provenienti dalle Orchestre della nostra Regione. Un connubio tra mondi musicali diversi, perfettamente combinati dall'abilità dei musicisti.

Tutto questo per ricordare e sensibilizzare la popolazione verso il tema della Donazione. Acconsentire alla donazione degli organi “spiega la dottoressa Francesca De Pace – referente regionale del Centro Trapianti – “significa dare un segno di gioia e di speranza”.

La serata, organizzata su iniziativa del Centro Regionale trapianti e dell'Aido, è stata possibile grazie al patrocinio del Comune di Ancona, Asur Marche, Ospedali Riuniti, al contributo finanziario di Banca Marche e Angelini ed al contributo organizzativo di Advanced comunicazione.

Senza il contributo di questi soggetti non sarebbe stato possibile portare nel Cuore di Ancona i tanto amati “Beatles”. “Questa serata non è stata pensata razionalmente – afferma la dottoressa De Pace – è stata motivata dal desiderio di sensibilizzare la cittadinanza riguardo al tema della donazione...” e il Natale risulta certamente il periodo più appropriato per parlare di donazione. “...al di là del compito istituzionale dei Centri di coordinamento trapianti, il nostro desiderio era quello di rendere piacevole questa sensibilizzazione... abbiamo bisogno di consenso alla donazione, abbiamo bisogno della cittadinanza per il nostro lavoro ….. e così abbiamo voluto accostare la donazione alla magica musica dei Beatles: basta ascoltarla per sentirsi trasportati nella magia della nostra adolescenza, quando ci aspettavamo promesse di felicità e amore... la stessa promessa di salute e felicità che è possibile fare a chi aspetta un trapianto .

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA