La sua auto prende fuoco al casello dell'A14, lui riesce a scappare: «Che spavento, sembrava un film»

La Bmw in fiamme al casello di Loreto-Porto Recanati
La Bmw in fiamme al casello di Loreto-Porto Recanati
di Stefano Rispoli
2 Minuti di Lettura
Domenica 20 Febbraio 2022, 08:00

ANCONA - Le foto che ha pubblicato su Facebook parlano da sole, eppure non rendono in pieno lo spavento provato venerdì sera da Giacomo Paolinelli, consulente commerciale anconetano. Stava tornando a casa dal lavoro quando, sullA14, la sua Bmw gli ha dato problemi.

 

«Non andava bene, stava rallentando, così sono uscito al primo casello utile, quello di Loreto-Porto Recanati - racconta il 50enne -. Mentre ero in fila per pagare, l’automobilista dietro di me si è messo a suonare perché vedeva delle fiamme sotto la mia Bmw. Sono sceso subito, ho notato che nel piazzale c’erano due ambulanze della Croce Rossa e ho chiesto aiuto. Con il loro estintore ho provato a spegnere l’incendio, ma era impossibile perché le fiamme sono divampate in pochissimo tempo. Ho fatto in tempo a salire in auto per recuperare due cellulari, poi sono scappato».

Il rogo ha incenerito la Bmw e anche la cassa self service del casello. «Una scena da film - continua Paolinelli -. In quei momenti perdi la lucidità, la mia unica preoccupazione era che nessuno si facesse male: non me lo sarei mai perdonato». Determinante l’intervento dei vigili del fuoco che con la schiuma hanno spento il rogo, limitando i danni. Le cause? «Non ho idea - dice il consulente -: l’auto ha 10 anni, è alimentata a gasolio, non mi ha mai dato problemi. L’importante è che sono sano e salvo». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA