Caldo da svenire: raffica di malori e non solo tra gli anziani, crescono gli accessi al Pronto soccorso

Caldo da svenire: raffica di malori e non solo tra gli anziani, crescono gli accessi al Pronto soccorso
Caldo da svenire: raffica di malori e non solo tra gli anziani, crescono gli accessi al Pronto soccorso
di Teodora Stefanelli
3 Minuti di Lettura
Martedì 5 Luglio 2022, 03:05 - Ultimo aggiornamento: 17:24

ANCONA - Il caldo torrido di questi giorni gioca brutti scherzi, non solo alle persone di una certa età. Ieri una donna di circa 30 anni ha accusato un malore mentre si trovava all’interno del negozio di abbigliamento Zara, in corso Garibaldi, per fare shopping. È stata subito soccorsa dal personale del negozio con acqua e zucchero. La donna nel frattempo si era ripresa, ma era molto debole. Nel frattempo è accorsa l’ambulanza della Croce Rossa che l’ha accompagnata al reparto emergenze dell’ospedale regionale di Torrette.

La scia dei malori in questi giorni non conosce tregua: solo domenica uno a Palombina e un altro tra gli scaffali di un supermercato.

La canicola

L’afa, il caldo e le temperature infernali non danno tregua agli anconetani e sarà ancora così, stando all’ultimo aggiornamento meteorologico della Protezione civile, almeno fino a domani. La giornata di ieri è stata contrassegnata da un’ondata di calore di livello 3, l’allerta da bollino rosso che mette in guardia l’autorità sanitaria soprattutto per quel che riguarda gli anziani. «Il 50% degli accessi al Pronto soccorso geriatrico è legato al caldo - spiega il direttore del punto di primo soccorso dell’Inrca, l’ospedale della Montagnola dedicato alla cura degli anziani, Antonio Cherubini - vengono da noi persone disidratate, in preda a svenimenti e prive di forze. Quando entrano qui non è più tempo del consiglio e della prevenzione ma devono essere curate subito con le flebo o addirittura ricoverate per essere sottoposte a trattamenti per via endovenosa. Quello di quest’anno è stato un giugno assolutamente anomalo. Speriamo in un abbassamento delle temperature». 
Per la pioggia bisognerà ancora aspettare ma, stando al bollettino, già da oggi si potrà avere un pizzico di tregua. Alla città dorica è stato assegnato il colore arancione che si trasforma in giallo oggi e domani, quando è previsto un leggero abbassamento delle temperature. Domani l’ingresso di aria fredda dal nord Atlantico potrebbe essere provvidenziale in una situazione con cui è sempre più difficile convivere. Con il termometro che segna punte di 32-34 gradi sono molte le persone anziane e fragili che nelle ultime ore hanno ricorso alle cure del pronto soccorso per i malori dovuti al caldo. 
Tornando sui numeri Cherubini sottolinea come «anche rispetto alla settimana scorsa il numero di accessi sia incrementato. Certi giorni abbiamo venti pazienti, altre volte di meno. Dipende molto dai giorni con il pronto soccorso, ma la metà dei pazienti vengono qui perché hanno un peggioramento dei liquidi e delle malattie croniche, stato confusionale e svenimenti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA