Ancona, beccato a rubare in villa
aggredisce i carabinieri: condannato

Beccato a rubare in villa
aggredisce i carabinieri
con un coltello: condannato
ANCONA - Lo scorso 14 gennaio era stato bloccato dalla polizia dopo essersi introdotto in una villetta di Palombina per rubare preziosi e oggetti hi tech. Vistosi braccato dagli agenti, aveva cercato di affrontarne uno con un coltello per cercare una fuga disperata. Prima che la situazione potesse degenerare, era stato immobilizzato e arrestato con l’accusa di tentata rapina aggravata dall’uso dell’arma. Il bandito, un 23enne tunisino, era finito a Montacuto. A sei mesi dal colpo fallito in via Flaminia, l’uomo - Nizar Namochi - è stato condannato dal gup Francesca De Palma a scontare tre anni di reclusione. La sentenza è arrivata ieri mattina al termine del processo che si è tenuto con il rito abbreviato, come chiesto dal difensore Simone Matraxia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 2 Luglio 2019, 07:08 - Ultimo aggiornamento: 02-07-2019 07:08

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO