Il ritorno della banda dei supermarket, colpo bis al Conad e fuga con il bottino: via con 20mila euro

Venerdì 14 Agosto 2020 di Giacomo Quattrini
Il ritorno della banda dei supermarket, colpo bis al Conad e fuga con il bottino: via con 20mila euro
CASTELFIDARDO - Furto bis al Conad di via Villa Musone a Castelfidardo. Ad un mese esatto da quello dell’11 luglio, i ladri sono tornati in azione nel supermercato al confine tra Acquaviva e Villa Musone. Era all’incirca l’una di notte mercoledì quando una banda di cinque persone, tutte incappucciate, hanno fatto irruzione forzando la porta d’emergenza sul retro, entrando dal magazzino. 

 

L’irruzione
Da lì si sono introdotti verso gli uffici amministrativi riuscendo con un frullino a violare la cassaforte e a prelevare quasi 20mila euro in contanti. Poi, non soddisfatti, hanno preso gli indumenti da lavoro usati dai dipendenti e hanno fatto anche un po’ di razzia dai banchi lungo le corsie del supermercato, portando via perlopiù cibarie di vario genere. Il sistema di allarme è entrato in funzione correttamente ma i ladri sono riusciti comunque a compiere tutto il raid indisturbati prima che arrivassero le forze dell’ordine, avvisate evidentemente troppo tardi. Dalle spycam di videosorveglianza interna al supermercato si vedono nitidamente che verso l’una i cinque ladri entrano in azione ma a volto coperto, ma poi sono riusciti a scappare prima dell’arrivo del metronotte avvisato dal sistema di allarme. Quando i carabinieri del Radiomobile di Osimo sono arrivati sul posto, appena chiamati, era ormai impossibile rintracciare la banda, già in fuga passando dalla vicina statale Adriatica. Dalle prime indagini dei militari osimani sembra che si tratti comunque della stessa banda che l’11 luglio aveva compiuto il primo colpo. Anche in quel caso i ladri forzarono una porta sul retro, riuscendo ad entrare negli uffici amministrativi e trovare la cassaforte con gli introiti degli ultimi due giorni di lavoro. In quel caso, usando una mazzetta con ancora il codice a barre sopra, dunque presumibilmente appena rubata, i malviventi riuscirono a distruggere un contatore e il sistema interno di videosorveglianza e allarme, per poter agire indisturbati. Usando poi un frullino forzarono la cassaforte come mercoledì scorso, prelevando però metà del bottino, poco più di 10mila euro. Il sospetto che la banda sia la stessa è confermato dalle spycam, che immortalano i ladri muoversi velocemente, come se sapessero già dove fossero uffici e cassaforte. Il Conad Superstore al civico 3 di via Villa Musone, di proprietà della società Palm Snc che gestisce anche il punto vendita all’ex consorzio agrario di Osimo, ha dovuto ritardare un po’ l’apertura mercoledì mattina per rimettere tutto in sicurezza e sanificare gli ambienti. Il supermercato al confine tra Castelfidardo e Loreto è stato inaugurato appena lo scorso febbraio dopo che il Gruppo Conad ha acquisito i punti vendita Auchan-Sma. Così lo storico IperSimply si è trasformato in Conad Superstore, tra i più grandi in zona.

L’allerta
A San Biagio di Osimo invece, dove i recenti furti hanno mandato in allerta i cittadini e creato polemiche politiche, ieri mattina i residenti hanno segnalato alle forze dell’ordine una Ford Focus blu guidata da un uomo con i tratti somatici nordafricani che si muoveva con fare sospetto vicino al cimitero, sostando vicino a delle villette come a tenerle sotto osservazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA