Presa la banda incubo delle anziane. Due colpi in centro, quattro arresti

Martedì 6 Ottobre 2020 di Federica Serfilippi
Presa la banda incubo delle anziane. Due colpi in centro, quattro arresti
SENIGALLIA - Due furti in sequenza approfittando della distrazione della vittime e del via vai tipico del centro cittadino: in arresto banda di ladri. Si tratta di un gruppo composto da romeni senza fissa dimora (di 20, 29, 39 e 44 anni) bloccati nel primo pomeriggio dello scorso sabato dai carabinieri della Compagnia di Senigallia.

 
Dopo aver convalidato l’arresto, ieri mattina il giudice Francesca Grassi ha disposto per il quartetto la misura cautelare del carcere. L’intervento dei militari è scattato attorno alle 13, quando sono piombati in centro dopo la segnalazione pervenuta al 112: un passante aveva visto quattro uomini aggirarsi con fare sospetto nei pressi di una chiesa, da cui era appena uscita un’anziana donna. 

La gang era riuscita a mettere mano alla borsetta della vittima per poi scomparire con la refurtiva. Una volta raggiunto il luogo segnalato, i carabinieri hanno individuato i quattro presunti ladri. Le indagini svolte nell’immediatezza hanno consentito di verificare che il furto a cui aveva assistito la testimone aveva avuto come vittima una 72enne, alla quale era stato rubato il portafogli con all’interno documenti personali. La refurtiva è stata trovata all’interno di un cestino per la raccolta dei rifiuti, posto proprio vicino alla chiesa. 

Durante la perquisizione personale svolta sui quattro romeni, i carabinieri hanno trovato, nello zaino del più giovane, una borsa da donna, con all’interno alcuni effetti personali, un portafogli e 380 euro in contanti. Gli immediati accertamenti svolti dall’Arma hanno consentito di identificare la proprietaria, che è risultata essere una donna di 82 anni, residente a Senigallia, che aveva lasciato la borsa nella sua auto, luogo dal quale i ladri l’avevano portata via. Ieri mattina si è svolta l’udienza di convalida, al termine della quale il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere per tutto il gruppetto di ladri. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA