Ancona, appalto per comprare due
scuolabus, ma la ditta scompare

Ancona, appalto per comprare due scuolabus, ma la ditta scompare
1 Minuto di Lettura
Sabato 6 Ottobre 2018, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 08:35
ANCONA - Capita che il Comune decida di investire quasi 130mila euro per l’acquisto di due nuovi scuolabus, che si muova per tempo (il 18 giugno scorso) per indire il bando di gara e che già due mesi e mezzo prima della ripresa delle scuole (il 2 luglio) proceda all’apertura delle buste tra le due ditte che hanno presentato offerte, aggiudicando la fornitura a quella disponibile al ribasso maggiore, un’impresa della provincia di Potenza, che offriva uno sconto del 3,85% sull’importo a base d’asta.Poi però, quando c’è da stringere, l’azienda vincitrice dell’appalto si è come volatilizzata, tanto che solo di recente, con una determina della Direzione Politiche sociali, scolastici e educativi, il Comune ha potuto revocare l’aggiudicazione dell’appalto alla ditta prima piazzata e incaricare della fornitura con procedura d’urgenza ’altra che aveva presentato un’offerta. I due scuolabus - Fiat Iveco Dayli omologati per il trasporto di alunni delle scuole d’infanzia, elementari e medie, saranno forniti dalla ditta Maresca e Fiorentino Spa di Bologna, seconda piazzata con un ribasso dello 0,30% sul totale, per un importo finale di € 129.610 euro più Iva.
© RIPRODUZIONE RISERVATA