Maxi mareggiata, onde anche nei locali: Portonovo e Passetto finiscono sott’acqua

Maxi mareggiata, onde anche nei locali: Portonovo e Passetto finiscono sott acqua
Maxi mareggiata, onde anche nei locali: Portonovo e Passetto finiscono sott’acqua
di Roberto Senigalliesi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 03:55

ANCONA  - Mareggiate violente sferzano la costa: sott’acqua le spiagge del Passetto e di Portonovo, con le onde arrivate fin dentro i locali e gli chalet. Danni provocati anche dal vento: una ventina gli interventi effettuati dai vigili del fuoco ad Ancona, per lo più per alberi spezzati caduti sulle strade, come in via Sacripanti e in via I° Maggio, alla Baraccola. Momenti di pausa anche in via Almagià, dove una persiana si è staccata da un’abitazione cadendo a terra: ha colpito alcuni scooter parcheggiati, ma nessun ferito per fortuna.

 
Il litorale 


Nella spiaggia del Passetto l’acqua minacciosa è arrivata a lambire la scalinata ed è penetrata nel ristorante “La luna al Passetto”, ma anche nello stabilimento “Il Valentino” di Claudio Cerusico: qui la spiaggiola è completamente scomparsa.

Più a sud della costa, a Mezzavalle, i marosi sono arrivati ad intaccare la fragile falesia per diverse ore mentre Portonovo è letteralmente sotto d’acqua, sia nelle strade di accesso, piene di pozzanghere e arbusti, sia sugli arenili raggiunti dalla forza del mare. Onde alte fino a 3 metri, alta marea e mare a forza 7-8 per tutta la notte fra lunedì e martedì e per la giornata di ieri hanno colpito duramente le spiagge che già erano ridotte ai minimi termini dalla mareggiate precedenti. Cavalloni impressionanti sono piombati davanti alla Capannina, da Giacchetti e da Bonetti, accompagnati da un rumore cupo e violento. “Il Clandestino” è praticamente sospeso nell’acqua. 

Nell’altro lato la situazione più critica è quella tra il Fortino Napoleonico e il ristorante “Il Molo” dove le onde sono arrivate a infrangersi sui locali. Il muro del Fortino che lo scorso inverno venne sbriciolato dal mare e che in primavera era stato ricostruito, è abbondantemente raggiunto dall’acqua. Le onde, minacciose, hanno finito anche per sommergere il molo. L’acqua è arrivata a lambire lo stabilimento balneare Da Franco, fortunatamente senza causare danni, davanti al ristorante Il Laghetto e dentro la veranda del ristorante Emilia e ai locali della Cooperativa Pescatori. 


La difesa


Preoccupato Fabrizio Giacchetti del ristorante “Il Molo”, intento a monitorare la situazione davanti al suo locale. «Fortunatamente non ci sono stati danni all’interno – afferma – ma la situazione è molto complicata e siamo sempre in ansia per quello che potrebbe succedere. Mareggiate come questa, che non sono sicuramente un’eccezione per Portonovo, pongono l’attenzione sulla necessità di trovare adeguate soluzioni in grado di proteggere la costa e le spiagge. Speriamo che, come promesso, il prossimo anno vengano presi adeguati provvedimenti».

Marcello Nicolini del Laghetto è intervenuto con una squadra di tecnici per un sopralluogo: «Siamo di fronte alla potenza della natura - commenta -. Non abbiamo registrato danni, ma certo dobbiamo tenere la situazione sotto controllo». E ieri sera la Protezione civile ha diramato una nuova allerta meteo con vento, pioggia e mareggiate fino alle 14 di oggi su tutto il territorio regionale. E’ previsto vento da burrasca forte (76-97 km) nelle zone costiere del nord della regione e di burrasca (63-75 km) in quelle meridionali. In mare sarà agitato con onde dai 2.5 ai 4 metri di direzione sud.

© RIPRODUZIONE RISERVATA