Straniero scatena il pandemonio sull'autobus. Sos steward per il controllo del Green pass su 240 mezzi

Straniero scatena il pandemonio sull'autobus. Sos steward per il controllo del Green pass su 240 mezzi
Straniero scatena il pandemonio sull'autobus. Sos steward per il controllo del Green pass su 240 mezzi
di Andrea Maccarone
3 Minuti di Lettura
Domenica 28 Novembre 2021, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 08:50

ANCONA - In settimana nuovo vertice del comitato sulla sicurezza. Il primo nodo da sciogliere riguarda i trasporti pubblici. Infatti con l’introduzione delle ulteriori restrizioni Covid si pone il problema di chi, e come, effettuerà i controlli a bordo.

All’ordine del giorno anche il tema baby gang. L’ultimo episodio di aggressione ad un conducente di Conerobus ha esasperato il personale. Dal 6 dicembre sarà obbligatorio esibire il certificato verde a bordo dei mezzi pubblici. 

Il nodo

Facile a parole. Ma chi effettuerà materialmente la verifica? Impensabile caricare di ulteriori responsabilità gli autisti. Allora i controllori. Ma non ce ne sono così tanti da poter essere dislocati su ciascun bus. Perché la flotta è composta da 240 mezzi. E se il controllo deve essere fatto su tutti gli autobus, per tutti i passeggeri, viene da sé che serviranno 240 dipendenti. Dunque si dovrà ricorrere agli steward? Probabile. Ma chi paga? Insomma, tutte le risposte potrebbero arrivare nei prossimi giorni dopo aver appreso dal governo nazionale quali saranno le linee guida da seguire. Infatti l’incontro in Prefettura dell’altra sera è servito più a mettere sul tavolo tutte le criticità che andranno a presentarsi con il nuovo decreto. Le soluzioni arriveranno, e anche in tempi brevi. 

«Ma serve capire come ci si dovrà muovere - sottolinea l’assessore alla Sicurezza Stefano Foresi -, per questo la prossima riunione la faremo dopo che il Governo si sarà espresso in merito». Intanto continua l’attività di monitoraggio del territorio da parte delle forze di polizia. Venerdì mattina una volante è dovuta intervenire a bordo di un autobus della linea N (Ancona-Osimo) a seguito di una segnalazione per la presenza di un soggetto che, privo di biglietto, stava creando scompiglio tra i passeggeri per sottrarsi al controllo da parte del personale. L’autista ha dovuto fermare il mezzo lungo la Strada Vecchia del Pinocchio per permettere agli uomini della polizia di intervenire. Giunti sul posto si sono trovati di fronte l’uomo, un nigeriano, che stava dando in escandescenze perché non voleva fornire documenti e generalità. Ha cercato anche di scappare dal veicolo turbando i passeggeri che nel frattempo, spaventati dal comportamento dell’uomo, erano scesi dal mezzo. Una volta effettuati gli accertamenti, è emerso che il soggetto era già noto alle forze di polizia per vari precedenti. Denunciato per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato e per interruzione di servizio pubblico, al cittadino nigeriano è stato anche notificato il provvedimento di espulsione del Prefetto e l’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.«La sicurezza del trasporto urbano - ha dichiarato il questore, Cesare Capocasa - costituisce una priorità per consentire a studenti, anziani e famiglie, che spesso si muovono sui mezzi pubblici, di poterne usufruire senza pericoli o timori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA