Addio a Sauro Serrani: giocò nell’Anconitana di Carletto Parola. E poi fece anche l'allenatore

Mercoledì 9 Giugno 2021
Sauro Serrani aveva 84 anni

ANCONA - Il calcio piange Sauro Serrani, per tutti “Saurì”. Torrettano doc, aveva 84 anni: si è spento ieri all’ospedale regionale, dov’era ricoverato. Lascia la moglie e tanti amici che gli volevano bene.

 

 

Cresciuto nel Torrette, ex centrocampista dotato di tecnica e ottima visione di gioco, per 4 stagioni ha vestito la maglia dell’Anconitana, di cui era orgoglioso e che aveva cucita addosso, dall’esordio nel 1955 in una gara contro la Pistoiese fino alla stagione 1959/60 in serie C per 11 presenze complessive. Giocò nell’Anconitana di Carletto Parola che nel 1957/58 conquistò la promozione in C: era la squadra di Miserocchi, Bertetto e Buglioni. Lo ricorda con commozione l’imprenditore dolciario “Palì” Giampaoli, colonna biancorossa, suo compagno di squadra nel 1959/60 in C: «Era un centrocampista misto, faceva anche il trequartista, era forte tecnicamente ma in quegli anni davanti a noi c’erano giocatori così bravi che era difficile guadagnarsi il posto. Avrebbe meritato un po’ più di gloria».

Lasciata l’Anconitana, Serrani continuò a fare il professionista all’Olbia e alla Turris. Non si è mai separato dal calcio e dalla sua città: da allenatore, ha guidato il Torrette, il Cupramontana e il Gallignano. «Sapeva leggere le partite come nessun altro, ma ha pagato il suo carattere poco diplomatico», ricordano gli amici. I funerali, domani alle 15 nella parrocchia di Torrette. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA