Addio a Gino, storico barista di piazza Cavour: si è spento 11 giorni dopo la moglie Velia

Giovedì 8 Aprile 2021 di Claudio Comirato
Addio a Gino, storico barista di piazza Cavour: si è spento 11 giorni dopo la moglie Velia

ANCONA  - Il 27 marzo scorso si era spenta la moglie Velia Cantiani, all’età di 85 anni. Ieri mattina è venuto a mancare il marito Gino Ionna, 91 anni compiuti il giorno di Pasquetta. Un doppio velo di tristezza e di dolore scende in piazza Cavour dove questa coppia amata e benvoluta da tutti dal 1967 al 1997 ha portato avanti il chiosco preso in affitto dal Comune che si trova all’angolo tra piazza Cavour e l’inizio di corso Stamira.

 

LEGGI ANCHE;

Paura in A14, in fiamme un furgone carico di medicinali: il rogo spento dai vigili del fuoco

 

Un bar dove sono cresciute intere generazioni di ragazzi, ma quello che colpisce di più in questa storia è il legame che c’è stato tra Gino e Velia uniti da 60 anni di matrimonio. Due anime gemelle che si sono incontrate ed hanno diviso gioie e dolori. E pure la fine dell’avventura su questo mondo.


Un amore nato in corso Amendola con Velia che per attirare l’attenzione dello scapolo d’oro - così era chiamato Gino - gli attaccò un pesce d’aprile sulla schiena. Una grande famiglia, un matrimonio vissuto a 360 gradi: per una vita intera Gino e Velia hanno lavorato insieme uno a fianco all’altra perché uno era la forza dell’altra. Mai una parola fuori posto per una coppia che è rimasta insieme fino all’ultimo. Velia si è spenta nella giornata del 27 marzo, Gino invece è venuto a mancare ieri ma in questi giorni non ha mai saputo che la sua amata era deceduta. A raccontare questo particolare il figlio Alberto.

«Papà non ha mai saputo della morte di mamma, siamo convinti che si ritroveranno in paradiso e tra lo stupore si chiederanno uno con l’altra: cosa fai quassù?». Continua il figlio commosso. «Per noi sono stati un grande esempio sia sotto l’aspetto familiare con i loro 60 anni di matrimonio che sotto un punto di vista imprenditoriale. In questi giorni ci sono arrivate tante testimonianze di affetto e ci ha fatto piacere. Significa che i nostri genitori in quel chiosco di piazza Cavour hanno lasciato qualcosa di importante». A piangere la scomparsa di Gino Ionna, anche l’altro figlio Enrico Enrico con la moglie Sonia e la nipote Lucrezia. 


La notizia della scomparsa di Gino in poche ore ha fatto il giro della città, suscitando commozione ma anche ricordi per gli oltre 30 anni di presenza al chiosco di piazza Cavour. I funerali di Gino Ionna si terranno domani alle 9 presso la chiesa di Santa Maria Liberatrice a Posatora.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA