Albacina-Civitanova chiusa per due mesi
Niente treni per il cantiere, c’è l’autobus

Albacina-Civitanova chiusa per due mesi Niente treni per il cantiere, c’è l’autobus
3 Minuti di Lettura
Sabato 29 Giugno 2019, 07:30
FABRIANO - Al via lavori di elettrificazione lungo la Albacina-Civitanova Marche: da lunedì stop ai treni lungo la tratta per due mesi. A collegare l’entroterra fabrianese alla costa sud della regione ci penserà il pullman. Cantieri aperti fino al 25 agosto per la nuova fermata “Macerata Università” e per il potenziamento infrastrutturale della linea ferroviaria Civitanova-Albacina. 

  

L’investimento del progetto di elettrificazione, che si completerà nel 2024, è di 110 milioni di euro ed è inserito nell’ambito del Contratto di Programma 2017-2021 fra Rete Ferroviaria Italiana e Ministero infrastrutture e trasporti. «Un bellissimo traguardo per le Marche – afferma l’assessore regionale ai Trasporti, Angelo Sciapichetti. – Questa infrastruttura cambierà radicalmente il sistema logistico dei trasporti nelle province di Macerata e Ancona e non solo. Sono interventi che migliorano la qualità della vita di tutto il territorio e di chi lo vive, non solo i residenti ma anche studenti, docenti e personale dell’università».

Per consentire le attività del cantiere, fino al 25 agosto, sull’intera linea Civitanova – Macerata–Albacina la circolazione ferroviaria sarà sospesa. In alternativa sarà predisposto un servizio sostitutivo con bus. «I lavori – riferiscono da Ferrovie dello Stato - sono effettuati nei mesi estivi per contenere al minimo i disagi a pendolari e studenti che, in questo periodo, riducono in maniera considerevole le esigenze di mobilità». Gli orari dei bus sostitutivi e le variazioni dell’offerta commerciale sono consultabili sui canali web del gruppo Fs, nell’orario ufficiale e nella stazione ferroviari di Fabriano. Gli interventi sono propedeutici alla futura installazione della linea di alimentazione elettrica dei treni e riguardano l’ampliamento delle gallerie di Cincinelli, Convitto, San Giuseppe, Maricella e Colle di Gesso tra Albacina e Macerata. Saranno eseguiti lavorilegati alla realizzazione della nuova fermata di Macerata Università in località Vallebona di Macerata, la cui ultimazione è prevista entro l’anno. L’investimento economico complessivo del Progetto di elettrificazione, che si completerà tra 5 anni, è di 110 milioni di euro, mentre quello per la realizzazione della nuova fermata di Macerata Università è di 1.650.000 euro. 

«Questi interventi – conclude l’assessore Sciapichetti – possono trasformare il tratto ferroviario in una sorta di metropolitana di superficie che collega l’entroterra, tra Albacina e Macerata». Sono circa 6mila i pendolari che, quotidianamente, prendono il treno da Fabriano. Tre le destinazioni principali: Civitanova, Ancona o Roma. Quasi un milione e mezzo in un anno. Sono 2.233 i viaggiatori medi giornalieri saliti, a novembre 2018, mese dell’ultima rilevazione pubblicata, sulla tratta Fabriano-Civitanova.
© RIPRODUZIONE RISERVATA