Detenzione illegale di armi: dopo un diverbio cacciatore di 70 anni finisce in manette

Lunedì 16 Novembre 2020
Detenzione illegale di armi: dopo un diverbio uomo di 70 anni finisce in manette

AGUGLIANO  -  I Carabinieri della Stazione di Agugliano hanno arrestato un cittadino italiano, 70enne del posto, resosi responsabile di detenzione illegale di armi.

LEGGI ANCHE:

Paziente positivo ricoverato in Rianimazione al "Profili": rischiano di saltare tutte le regole

Lo scorso sabato è stato segnalato al numero di emergenza “112” un diverbio verificatosi tra un cacciatore ed una persona di passaggio, scaturito dall’attività venatoria esercitata dal primo in località “Rustico”. Una pattuglia della locale Stazione, in servizio di controllo del territorio, giunta sul posto ed acquisite le prime informazioni, constatava che il cacciatore, prima del loro arrivo, si era dileguato. Le immediate ricerche consentivano di individuarne però l’abitazione, ove gli operanti procedevano al controllo amministrativo della licenza di caccia ed appuravano che era stato emesso nei suoi confronti un provvedimento del Questore di Ancona di divieto di detenzione di armi, munizioni e materie esplodenti, dal 22 novembre 2019.

Accertata la responsabilità in capo all’indagato, i Carabinieri lo dichiaravano in stato di arresto, sottoponendo a sequestro oltre l’arma, un fucile semiautomatico marca Benelli, calibro 12, anche 825 cartucce da caccia, rinvenute durante la perquisizione domiciliare. L’indagato è stato, quindi, tradotto alla Casa Circondariale di Ancona Montacuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA