Addio a Giuliano Anselmo, impiegato
modello del Comune di Senigallia

Addio Giuliano, impiegato
modello del Comune
Domani l'ultimo saluto
SENIGALLIA - Lutto in Comune per la scomparsa di Giuliano Anselmo, responsabile dello Sportello unico dell’Ufficio commercio fino al 2009. E’ morto ieri a 76 anni. I funerali si terranno domani nella chiesa parrocchiale di Scapezzano, frazione in cui abitava, alle 9.30. La camera ardente verrà allestita invece stamattina dopo le 10.30 presso l’obitorio del cimitero delle Grazie. Giuliano Anselmo era stato un dipendente comunale esemplare.

Aveva la qualifica di funzionario amministrativo e aveva diretto fino al pensionamento lo Sportello unico. Sarebbe potuto andare in pensione già nel 2006, avendo maturato l’anzianità massima contributiva. E’ però rimasto finchè ha potuto. Gli piaceva lavorare e lo sapeva fare anche molto bene. Il 2 dicembre 2009 ha dovuto lasciare il suo incarico. Compiuti i 67 anni il 1 dicembre 2009, il giorno dopo è andato in pensione avendo raggiunto i limiti d’età. Un pensionamento d’ufficio, come recita anche la determina che l’ha autorizzato. Lui, se avesse potuto, sarebbe rimasto ancora. Era davvero abile a trovare soluzioni ai problemi che riguardavano soprattutto le attività economiche e produttive, con cui si interfacciava quotidianamente. «Persona competente ed efficiente – lo ricorda il professore Camillo Nardini -. Sempre disponibile e generoso di consigli utili per tanti».

Lo ricorda anche l’ex assessore al Commercio, oggi consigliere comunale Luigi Rebecchini, che con lui ha collaborato spesso essendo lo Sportello unico che dirigeva di competenza dell’assessorato al Commercio. «La notizia mi rattrista molto – commenta Rebecchini -, quando sono stato assessore ho avuto modo di rapportarmi quasi quotidianamente con lui. Persona squisita, competente e correttissima». L’ex consigliere comunale, ora consulente dello staff del sindaco, Enrico Rimini aggiunge: «E’ stato l’esempio del pubblico efficiente al servizio dell’utente privato. Una persona d’oro. Riservato, corretto. Un maestro del servizio pubblico. Sempre disponibile con tutti i commercianti». Giuliano Anselmo lascia la moglie Laura, i figli Stefano, Lorenzo e Silvia e gli amati nipoti Francesco, Matilde e Caterina.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Maggio 2019, 07:35 - Ultimo aggiornamento: 15-05-2019 07:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO