Muore d’infarto in fabbrica a 34 anni davanti ai colleghi. Il sindaco: «Tragedia per tutta la comunità»

Dino Garzarella Muore d infarto in fabbrica a 34 anni davanti ai colleghi. Il sindaco: «Tragedia per tutta la comunità»
Dino Garzarella Muore d’infarto in fabbrica a 34 anni davanti ai colleghi. Il sindaco: «Tragedia per tutta la comunità»
di Serena Giannico
3 Minuti di Lettura
Martedì 15 Marzo 2022, 08:43

In fabbrica era arrivato puntuale per il turno 8-17. Ma intorno alle 9,30 ha accusato un improvviso malore che è stato letale. Dino Garzarella, 33 anni, residente a Villa San Vincenzo di Guardiagrele, è morto nell’azienda dove lavorava. Il dramma si è consumato ieri nello stabilimento di costruzioni meccaniche Lames Srl, in via Milano ad Atessa. Il giovane, di colpo, si è accasciato al suolo sotto lo sguardo attonito dei colleghi che hanno tentato di prestargli aiuto. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, con l’ambulanza, che hanno tentato inutilmente di rianimarlo. Allertato anche l’elisoccorso da Pescara, ma il velivolo è tornato indietro dopo il decollo. A causare il decesso sarebbe stato un infarto. Sul posto, per le indagini sull’accaduto, i carabinieri della Compagnia di Atessa.

Stroncato da infarto a 39 anni mentre cena con gli amici al ristorante

La salma, su disposizione della procura di Lanciano, è stata restituita alla famiglia. Distrutti dal dolore papà Renato e mamma Maria Domenica, la sorella Carola, la nonna Carmela e la fidanzata Miriam. I funerali si tengono oggi alle 15,30 nella chiesa parrocchiale di San Silvestro Papa a Guardiagrele. « Dino era un ragazzo sorridente e disponibile - dice il sindaco di Guardiagrele, Donatello Di Prinzio -. Lo conoscevo da tempo, anche se ultimamente lo vedevo di rado. E’ una tragedia per la nostra comunità. Era conosciuto - continua - anche per aver mandato avanti per anni il sito d’informazione Guardiagreleweb.net. Il papà è uno dei sopravvissuti allo scoppio e al devastante incendio del 12 giugno ’89 alla Molino Alimonti. Porgo le condoglianze ai familiari, anche da parte della cittadinanza». Listato a lutto il sito Guardiagreleweb.net «in quanto Dino - si legge - insieme a Carlo Verna è stato il fondatore e l’editore della piattaforma di informazione». Saluti e ricordi sui social. «Quante chiacchiere e quante risate - posta Michele -. Riposa in pace carissimo amicone». E Donatello scrive: «Tanto dolore, buon viaggio capità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA