Rainbow oltre le Winx
Straffi sfida il mercato Usa

Rainbow oltre le Winx
Adesso Straffi
fida il mercato Usa
ISCHIA - Vent'anni di Rainbow, esempio di made in Italy da esportazione tra i leader dell'animazione mondiale.



E poi 10 anni di Winx e tanti nuovi progetti. A Ischia Global dove Ted Sarandos, mr Netflix ha fatto la sua prima uscita pubblica in vista del lancio di ottobre in Italia e dove ha ricevuto per tutta la giornata i produttori italiani, uno ad uno, che sono andati a fargli proposte per accordi, l'unico a guardare 'dall'altò questo mercanteggiare era Iginio Straffi, il papà delle Winx, il primo e finora l'unico ad avere accordi con il gigante dello streaming.



"Tre anni fa Netflix ha acquisito l'intera nostra library di serie già popolari nel mondo, visto il successo in un anno abbiamo firmato un accordo di coproduzione per una nuova serie che day and date sarà trasmessa intorno a metà del prossimo anno", racconta con Cristiana Buzzelli sua braccio destro. La serie è Wow, "uno spin off delle nostre fatine, letteralmente World of Winx", aggiunge Straffi, precisando che per l'Italia la prima messa in onda resterà comunque per la Rai, più per un fatto 'affettivò che altro, essendo stata Rai Fiction oltre 10 anni fa ad aver dato fiducia e avviato la prima produzione delle Winx diventate poi fenomeno globale distribuita in oltre 130 paesi, ispirando magazine, tre film, show teatrali, merchandising di ogni sorta, sei serie con quella in arrivo, per un target di bambine dai 4 ai 10 anni.



"Le Winx sono ormai icone, entrate nell'immaginario, per tante ragazze rappresentano la loro infanzia e anche oggi restano legate, mentre tanti giovani adulti maschi si ricordano della prima serie prodotta dalla Rainbow - spiega il marchigiano Straffi, imprenditore di grande talento e fiuto - ossia Tommy e Oscar". Non crogiolandosi negli allori la società di Loreto è in piena attività per il futuro. "Crediamo molto ad una nuova serie animata per bambini 5-10 anni, Royal Academy, che potrebbe diventare il nuovo fenomeno, ispirata al mondo delle fiabe narrate in una versione moderna e rivisitata, delle principesse classiche come Cenerentola, Biancaneve e Raperonzolo alle prese con la scuola come qualsiasi adolescente. La protagonista è Rose Cenerentola, nuova arrivata presso la Royal Academy e nipote di una delle famiglie fondatrici della scuola. Anche i suoi compagni di classe provengono da famiglie note come Hawk Biancaneve, Travis Bestia, Pearl Rapunzel e Violet LeFrog. Ci lavoriamo da molti anni per lanciare un nuovo brand - animazione, sceneggiatura, doppiaggio e musica - è assolutamente di prim'ordine".



E mentre si prepara una terza stagione di Mia and me, la vera novità è il debutto di una serie live action, ossia con gli attori. Il modello sono le serie Disney che fanno impazzire i ragazzini e fanno la fortuna dei canali tematici kids in tutto il mondo: episodi, tra musica e comedy, che rappresentano ormai una fetta importante dell'intrattenimento televisivo per il target teen. Rainbow prepara la serie My american friend, con protagoniste le sorelle Kiana e Kalina Campion cantanti e attrici statunitensi di Los Angeles. Il tema sarà l'Italia vista dagli occhi di due adolescenti americane. La fiction è coprodotta con Nickelodeon. Potrebbe essere un cavallo di troia, come furono le Winx all'epoca, per la produzione italiana all'interno dei canali tv per bambini in mano ai gruppi Usa (da Disney a Discovery).



E le evergreen Winx? Non le dimenticano certo le ragazzine. Dal 3 al 6 settembre per la prima volta le fan di tutto il mondo si daranno appuntamento per la prima Winx Worldwide Reunion organizzata dalla Rainbow a Jesolo (Venezia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 18 Luglio 2015, 19:29 - Ultimo aggiornamento: 18-07-2015 19:53

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO