Morto il grande fotografo Mario Dondero
Viveva a Fermo, aveva 87 anni

Domenica 13 Dicembre 2015
Morto il grande fotografo Mario Dondero Viveva a Fermo, aveva 87 anni

​FERMO – E’ morto il grande fotografo Mario Dondero.

Nato a Milano il 6 maggio 1928 aveva scelto di vivere a Fermo. Era malato da tempo. Dondero è stata una delle più originali figure del fotogiornalismo contemporaneo.

Giovanissimo partigiano nella Val d'Ossola, si è accostato molto presto al giornalismo, prima scritto poi fotografico, iniziando a collaborare nei primi anni Cinquanta a "L'Avanti", "l'Unità", "Milano Sera", "Le Ore". Legato al cosiddetto gruppo dei "Giamaicani" (i frequentatori del Bar Jamaica a Milano. Frequenta e ritrae scrittori e intellettuali francesi (Roland Topor, Claude Mauriac, Daniel Pennac, Jeshar Kemal).

Tra le sue foto più celebri, quella del gruppo degli scrittori del Nouveau roman scattata a Parigi nell'ottobre del 1959 davanti alla sede delle Editions de Minuit (Nathalie Sarraute, Samuel Beckett, Alain Robbe-Grillet, Claude Mauriac, Claude Simon, Jérôme Lindon, Robert Pinget, Claude Ollier).

Il suo interesse per l'Africa si è manifestato attraverso la collaborazione alle riviste Jeune Afrique, Afrique-Asie, Demain l'Afrique.

Il fotografo in più occasioni ha elogiato le Marche che ebbe modo di conoscere per la prima volta durante il servizio militare a Falconara Marittima e di cui ricorda i balli a Carnevale. In seguito ad una mostra fotografica nella zona di Fermo, Dondero decise poi di trasferircisi con la moglie, attratta a sua volta dalla biblioteca cittadina.

Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre, 10:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA