Teatro e conferenza nel ricordo di Corridoni

Corridonia
La città di Corridonia ha dato inizio al programma celebrativo per il primo centenario della morte di Filippo Corridoni.
Sabato scorso il sipario del Velluti si è aperto per il teatro di narrazione "Senza odiare nessuno. Morte e vita di Filippo Corridoni" di Riccardo Nocelli a cura dell'Associazione Tuttinsieme che ha visto protagonisti gli allievi del Laboratorio Teatrale COT (Corridonia Officine Teatrali) per la regia di Francesco Facciolli.
Sapiente interpretazione che affronta, per la prima volta, la narrazione della vita e della morte del sindacalista attraverso la lettura delle sue lettere e la messa in scena di momenti importanti della sua esistenza.
Entusiasta il sindaco Nelia Calvigioni ha rivolto i suoi complimenti agli interpreti per il minuzioso lavoro di ricerca e per la loro capacità di far conoscere la vera identità di Filippo Corridoni ripercorrendo i momenti più significativi della sua vita.
Sempre al teatro Velluti si è svolta la lezione multimediale "Filippo Corridoni- Uno di noi" del prof Paride Dobloni rivolta agli studenti dell'Istituto Corridoni di Corridonia.
Con un'esposizione vivace, confidenziale e mai cattedratica ed attraverso una minuziosa ed inedita documentazione il prof Paride Dobloni, ripercorrendo le tappe salienti della vita di Corridoni, inserite nel contesto storico dell'epoca, ha sapientemente catturato l'attenzione dei ragazzi intervenuti che fino alla fine della lezione si sono dimostrati interessanti e partecipi.
Proseguono dunque con successo le iniziative celebrative sostenute dalla giunta a guida Calvigioni nel primo centenario della morte di Filippo Corridoni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Ottobre 2015, 03:56 - Ultimo aggiornamento: 30-11--0001 00:00

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO