Una borsa di studio
per ricordare Straccia

Martedì 3 Dicembre 2013
Una borsa di studio per ricordare Straccia

PETRITOLI - Un modo migliore per ricordare Roberto Straccia e la sua grande passione non poteva esserci. Sostenere le spese scolastiche, di studio e per la frequenza di

attività sportive di giovani tesserati alla sua stessa squadra di calcio.

Sono queste le finalità delle borse di studio “Roberto Straccia”, iniziativa promossa dalla famiglia e dagli amici di Roberto Straccia, dalla Spes Valdaso, dal comitato provinciale dell’Unione Sportiva Acli di Ascoli Piceno/Fermo, con il patrocinio della Presidenza della Regione Marche e del Coni Marche. Possono concorrere all’assegnazione della suddetta borsa di studio tutti gli iscritti alla Spes Valdaso che frequentano le scuole primarie, le secondarie di primo grado e le scuole secondarie di secondo grado. Per la prima edizione della manifestazione è messa a disposizione dei partecipanti la somma di euro 2.000.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione in primo luogo della Federazione Italiana Gioco Calcio, che ha messo a disposizione la maglia di Marchisio, della Juventus, che ha donato la maglia di Pirlo, del Verona, del Chievo, del Cesena, dell’Ascoli calcio, della Sutor Montegranaro e della Lube Banca Marche che hanno messo anch’esse a disposizione maglie dei propri atleti per una iniziativa di beneficenza che di certo sosterrà le famiglie di giovani calciatori in un periodo difficile per tanti nuclei familiari ma che andrà a riconoscere l’impegno scolastico, ed i relativi brillanti risultati, e l’impegno sportivo dei giovani tesserati con la Spes Valdaso, società nella quale ha militato Roberto Straccia

© RIPRODUZIONE RISERVATA