Numana, scoperti i massaggi hot all'interno del centro benessere

NUMANA - All’esterno appariva come un normalissimo centro estetico con un listino comprensivo di massaggi rigeneranti, epilazioni e altri trattamenti per il corpo sia per lui che per lei. All’interno, invece, tutto faceva ricondurre ad altri tipi di servizi, meno professionali e più a sfondo sessuale. A luglio, era bastato l’intervento di un carabiniere in borghese, fintosi cliente interessato a prestazioni hot, a far scattare il blitz dei colleghi e a permettere il sequestro della struttura, situata in via Firenze, nel cuore di Marcelli. A soli tre mesi dai sigilli, la maitresse del centro, una cinese pregiudicata di 51 anni residente a Porto Sant’Elpidio, ha patteggiato in tribunale la pena di un anno e due mesi di reclusione.

La sentenza è arrivata ieri mattina, dopo delle indagini lampo iniziate e concluse dai carabinieri della stazione di Numana, guidati dal comandante Alfredo Russo, coordinati dalla compagnia di Osimo agli ordini del maggiore Raffaele Conforti. I militari erano riusciti ad accertare come tra le stanze del Centro estetico Asia relax non venivano solo effettuati trattamenti canonici, ma anche prestazioni sessuali. Tutte, secondo quanto era riscontrato, sarebbero state offerte da una 42enne cinese, con residenza a Oristano. I clienti? Decine e decine, sia giovanissimi che anziani, pronti a pagare 50 euro per passare qualche minuto tra le coccole della bella orientale. Quest’estate la maitresse non era stata arrestata, ma solo denunciata per favoreggiamento della prostituzione. La stessa accusa che ieri l’ha portata davanti al giudice Paola Moscaroli. 

Leggi l'articolo completo su Corriere Adriatico.it
Outbrain