LumiDolls, blitz dei vigili: chiusa la casa delle bambole, «non è in regola»

Qualche giorno fa non si parlava di altro: LumiDolls, la prima casa d'appuntamenti con bambole in Italia, che la scorsa settimana aveva aperto alla periferia di Torino, in realtà non era a norma di legge. Perciò l'ufficio igiene dell'Asl insieme alla Polizia Municipale del capoluogo piemontese hanno effettuato un blitz: dai controlli è emerso come si tratti di un esercizio abusivo dell'attività di affittacamere.

 
I titolari della casa di appuntamenti verranno dunque diffidati dal continuare: sono inoltre in corso i controlli del servizio di igiene per verificare se il sistema di pulizia delle bambole sia a norma o meno. Resta difficile capire come si possa mettere in regola una casa di appuntamenti, dato che la prostituzione in Italia è un reato (legge Merlin), ma non è facile nemmeno capire come si possa chiudere una casa di appuntamenti in cui non ci sono vere prostitute, ma soltanto bambole.
 

Leggi l'articolo completo
su Corriere Adriatico
Outbrain
Coronavirus, un caso sospetto. La Regione Marche vuole chiudere scuole e università e vietare le manifestazioni pubbliche. Ma Conte blocca tutto
L'Accademia delle belle arti rinvia le tesi finali di diploma. «No a rapporti con il pubblico»
Tornano da un viaggio in Cina, i connazionali li chiudono in casa per dieci giorni
Tre marchigiani sull'aereo partito da Roma e bloccato alle Mauritius per paura del contagio
Tragedia sulla Faleriense. Si schianta e muore un centauro di 53 anni