San Benedetto, prelievo di organi all'ospedale ​salva diverse vite umane

SAN BENEDETTO - All’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto è stato portato a termine un prelievo multi organo da un donatore di 80 anni deceduto in rianimazione. Il fegato, purtroppo, non è risultato idoneo per il trapianto dopo gli esami istologici effettuati durante l’intervento di prelievo; i reni sono stati inviati presso l’ospedale di Treviso e le cornee alla Banca dei tessuti di Fabriano.  Il prelievo è stato possibile innanzitutto grazie all’enorme gesto di altruismo e generosità dei familiari che hanno acconsentito alla procedura e, in secondo luogo, grazie alla professionalità di tutto il personale sanitario coinvolto. L'attività clinica e organizzativa della donazione ha impegnato l’equipe chirurgica del Centro Trapianti di Ancona, il personale del CRT marche di Ancona, del NITp di Milano, della anatomia patologica del Mazzoni di Ascoli Piceno e il personale sanitario dell’Ospedale di San Benedetto del Tronto che ha efficacemente gestito una procedura lunga e complessa quale un prelievo multi organo da cadavere a cuore battente.

Leggi l'articolo completo su Corriere Adriatico.it
Outbrain